Sei in Archivio bozze

EX BORMIOLI

Nuova vita per la vecchia fabbrica

22 marzo 2019, 06:02

Nuova vita per la vecchia fabbrica

Gian Luca Zurlini

Nell'area dell'ex Bormioli Rocco a San Leonardo è tempo di lavori in corso. A essere interessata da un cantiere è la parte «superstite» del vecchio stabilimento adiacente a via San Leonardo che comprende gli edifici fronte strada che erano adibiti a uffici di rappresentanza e il vecchio forno, «salvato» dalla demolizione e destinato a diventare la sede del Museo del Vetro previsto dalla convenzione stipulata dal Comune con Brf Property spa, la società privata che è proprietaria dell'area le cui quote appartengono per il 65% al Banco Popolare e per il 35% all'impresa Pizzarotti.

I LAVORI DI SISTEMAZIONE

In pieno svolgimento sono i lavori di messa in sicurezza e recupero con restauro di tutte le parti esterne degli edifici dell'antica fabbrica attiva fino agli anni Novanta che all'atto della convenzione urbanistica è stato deciso di salvaguardare come testimonianza storica. E a questo riguardo la Soprintendenza, che sovrintende al cantiere, ha indicato una diversa colorazione rispetto al rosso amaranto sul quale campeggiava la scritta «Bormioli Rocco & Figlio». Si ritornerà infatti alla colorazione originaria, ritrovata grazie a una ricerca storica, che è «verde acqua», recuperando anche la scritta.

IL MUSEO DEL VETRO

Nel giro di un paio di mesi dovrebbero essere completati tutti i lavori di sistemazione e restauro esterno dell'area, nella quale è poi previsto vengano insediate attività direzionali o commerciali, a seconda di quelle che saranno le richieste del mercato. Per quanto riguarda il Museo del Vetro, voluto dall'associazione delle Medaglie d'oro della Bormioli per preservare la memoria storica del luogo, si sta lavorando a un progetto che possa rendere compatibile l'utilizzo del vecchio forno a uso museale con le normative di sicurezza previste dalla legge. Il Museo del Vetro, realizzato a cura e spese della Brf property, dovrebbe essere pronto per il 2020.

CRAL BORMIOLI E ELETTRODOTTO

Un altro intervento previsto nella convenzione è già stato completato e riguarda la bonifica completa dell'area Ex Cral Bormioli, diventata di proprietà comunale, da parte sempre della Brf, che ha demolito tutti gli edifici preesistenti e, una volta che il Comune avrà realizzato il nuovo centro sportivo con i fondi del Bando periferie, realizzerà un parcheggio a servizio della nuova struttura. C'è poi un'altra questione che riguarda l'interramento dell'elettrodotto che passa a lato dell'area ex Bormioli da via Paradigna fino a via Europa. In questo caso deve essere però Terna, proprietaria della rete a predisporre il progetto e a realizzare l'intervento, che sarà però a spese di Brf Property. All'interno dell'area di 140mila metri quadrati è prevista poi in futuro la costruzione di edifici residenziali per circa 41mila metri quadrati oltre a una ulteriore parte di circa 3mila metri per funzioni terziarie.

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal