Sei in Archivio bozze

I gattili

L'assessore Paci: «Per i gatti non è previsto nessun trasferimento»

06 aprile 2019, 08:00

L'assessore Paci: «Per i gatti non è previsto nessun trasferimento»

Intervento di Nicoletta Paci, assessore comunale al Benessere animale

Egregio direttore,
vorrei chiarire la mia posizione e quella dell'amministrazione comunale riguardo a quanto leggo quotidianamente sulla Gazzetta di Parma e che riguarda una presunta decisione del Comune di trasferire i gatti dalla attuale struttura di via Melvin Jones all'interno di una oasi del quartiere Spip. Mi preme evidenziare come il Comune di Parma non abbia assolutamente preso una decisione in tal senso ma stia invece provvedendo alla istituzione di un terzo polo di ricovero e protezione dei gatti vaganti di Parma, che ampli la possibilità di una risposta pubblica alla crescente esigenza di porre gatti in sicurezza, in salute e secondo un corretto monitoraggio di anagrafe felina. Ciò che il Comune sta ponendo oggi in essere è la creazione di una nuova oasi felina negli spazi verdi di un'area alla Spip, che già precedentemente ha avuto come ospiti al suo interno, i gatti di una associazione parmigiana che si è battuta per anni nella salvaguardia e nella protezione dei gatti. Nel 2018 i numeri di richiesta di accoglienza sono stati così alti da metterci nella condizione di dover chiudere gli accessi di nuovi gatti, per mancanza di mero spazio fisico. Questa emergenza mi ha portato a valutazioni importanti circa la possibilità di ampliare le opportunità per i nostri amici felini in difficoltà. Credo infatti che avendo a disposizione un'area come quella alla Spip sia un concreto dovere dell'amministrazione non precludere la possibilità di ampliamento di un servizio. Non esiste dunque nessuna decisione di trasferimento. In tal senso, grazie a strumenti previsti dal regolamento del polo integrato, quali l'istituzione di un Tavolo Tecnico e di un Comitato scientifico, sono stati infatti considerati i pareri delle associazioni animaliste. Durante i primi incontri, che si erano svolti a dicembre 2018, avevamo sì ipotizzato un trasferimento, ma quell'ipotesi è subito stata abbandonata visti i pareri contrari delle associazioni. Dopo gli incontri istituzionali, è stata convocata anche una riunione supplettiva con le associazioni protezionistiche proprio per apporre l'accento sull'importanza del dialogo e della cooperazione tra il mondo del volontariato animalista e le istituzioni, a sostegno di una corretta gestione e tutela degli animali che vivono in libertà, dove il comune ha dichiarato che nessun trasloco sarebbe stato effettuato per i gatti presenti nelle varie strutture, proprio per la consapevolezza di non procurare disagio e stress eventuale nell'attuale popolazione felina del nostro gattile. A seguito di questa riunione sono stati pubblicati dei bandi per la gestione separata dei vari gattili e della nuova oasi Moovie allo Spip. In nessuno di questi documenti troverà scritto che si trasferiscono gatti da un luogo all'altro, bensì che la nuova area servirà come valvola di sfogo per i nuovi gatti che dovessero essere lasciati in custodia al polo integrato. Si è cercato un'ulteriore momento di chiarimento con le associazioni convocando un altro incontro a cui però nessuna di esse si è presentata. Oltre all'ampliamento di cui parlo, abbiamo anche stanziato la cifra di €7.500 per la sterilizzazione dei gatti, oltre ad una campagna di microcippatura gratuita che partirà da sabato 13 aprile. L'amministrazione è come sempre aperta al dialogo e per questo è stato messo a disposizione un sito destinato con tanto di email per idee e suggerimenti. http://www.comune.parma.it/benessereanimale/contatti/.

Nicoletta Paci

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal