Sei in Archivio bozze

FELINO

Polemica sui lavori in centro

17 aprile 2019, 07:00

Polemica sui lavori in centro

Chiara Pozzati

FELINO «Felino necessita di un'importante riqualificazione del centro del paese, non sono io la prima a dirlo, è da diversi anni che se ne parla. L'attuale amministrazione, senza il coinvolgimento dei residenti, tanto meno delle minoranze, ha scritto uno studio di fattibilità, corredato da un unico progetto per partecipare a un bando regionale. Si tratta di un documento mai visto o discusso né in commissione, né in Consiglio. Oggi, nonostante le richieste e le promesse di coinvolgerci, non abbiamo ancora sentito nulla. L'unica certezza (appresa due mesi fa) è che di tutti gli interventi previsti verranno rifatti i marciapiedi di via Roma. Quando potremo confrontarci con la giunta di Felino in maniera chiara, netta e cristallina su un tema così caro al paese?».

A sollevare la questione è Debora Conciatori, al timone del gruppo d'opposizione di centro destra Cambiamo Felino. Il nodo della questione è ancora una volta la riqualificazione del cuore della frazione, «un argomento su cui si dibatte da anni, ma senza un piano d'azione vero e proprio».

A generare la reazione dei componenti del sodalizio guidato dalla Conciatori, è la notizia del rifacimento dei marciapiedi sull'asse principale del paese: «Sia chiaro: tutti concordiamo sull'importanza di questo intervento. Non sapendo però se e quali intenzioni abbia la giunta Leoni in merito al più ampio progetto di riqualificazione, vorremmo capire su che basi prendano il via questi lavori. Avremmo preferito che, prima dell'avvio, ci si confrontasse su un'idea complessiva dell'intero progetto, rispetto al quale, ovviamente, i marciapiedi devono essere costruiti in armonia. Ha senso sprecare risorse oggi senza avere il quadro complessivo? Non vorremmo trovarci tra qualche anno a dover intervenire sui marciapiedi appena rifatti: si tratterebbe di un evidente spreco delle casse comunali». Al centro della discussione uno studio di fattibilità presentato dalla giunta nel 2017: «E' spuntato quasi in sordina per permettere la partecipazione a un bando regionale – chiosa ancora la Conciatori -. Senza nessun precedente confronto con l'opposizione e nemmeno con i residenti. Il progetto prevedeva l'ampliamento del sagrato di fronte alla parrocchia e diversi interventi: dalla creazione di una pista ciclabile su via Roma con l'imposizione di un solo senso di marcia, alla realizzazione di una rotonda, dalle dimensioni importanti e proprio al centro del paese, che tanto ha fatto discutere i cittadini».

Un progetto decollato «non si sa quando, visto che l'abbiamo scoperto casualmente durante una commissione – dice ancora l'ex candidata sindaco -. Sulla questione però non si è mai più discusso». Fine della favola. Il progetto è infatti finito in cantina. «L'unica cosa che sappiamo è emersa a febbraio: quando la maggioranza si è degnata di comunicarci che verranno rifatti i marciapiedi – prosegue la consigliera d'opposizione -. Come al solito senza nessun riferimento o dettaglio, senza nessuna possibilità di confrontarsi. Quello che chiediamo all'amministrazione ormai da mesi è di dialogare insieme su un progetto per il centro che sia strutturato, lungimirante e che tenga conto delle esigenze reali degli abitanti». Arriva asciutta la replica del sindaco Elisa Leoni: «Non ci sono ruspe né cantieri imminenti, come già annunciato più volte anche all'opposizione, appena avremo elementi definiti verranno presentato in Consiglio e alla cittadinanza».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal