Sei in Archivio bozze

L'INTERVISTA

Polizia municipale: ecco il nuovo comandante. «Così dirigerò Parma»

20 aprile 2019, 07:04

Polizia municipale: ecco il nuovo comandante. «Così dirigerò Parma»

Pierluigi Dallapina

Il Piemonte è la sua terra d'origine ed è qui che ha fatto carriera indossando un'uniforme, anche se Roberto Riva Cambrino, il futuro comandante della polizia municipale che attualmente è capo dei vigili di Vercelli, promette subito che farà come «i marescialli di una volta, che vivono nel posto in cui lavorano, perché solo così si riescono a conoscere le persone».

Quando prenderà servizio come nuovo comandante in città?

«Il mio arrivo è previsto per mercoledì, il 24 aprile. Ora gli uffici del personale del Comune di Parma e del Comune di Vercelli stanno perfezionando il mio passaggio. In gergo tecnico, si tratta di una mobilità fra enti, che permette di trasferire il contratto a tempo indeterminato di chi ha funzioni dirigenziali di ruolo, cioè di quei dirigenti che sono stati assunti dopo aver superato un concorso».

L'8 aprile la commissione incaricata dal Comune di Parma l'ha scelta all'interno di una rosa composta da cinque concorrenti. Perché ha deciso di provare questo concorso?

«Non è la prima volta che tento il concorso da comandante della polizia municipale di Parma. Se non ricordo male avevo già provato quando venne assunto Gaetano Noè. La vostra è una città che apprezzo e quindi mi sentivo di provare questa nuova selezione e mi sentivo anche motivato per vincerla».

Cosa intende fare non appena arriverà alla guida del comando di via del Taglio?

«Nei primi giorni sarà mia cura valutare tutte le urgenze. Ad esempio, guarderò se è in corso la partecipazione a bandi o se esistono richieste di finanziamenti. L'obiettivo è non perdere nessuna opportunità. Fatta questa ricognizione, sarà mia cura incontrare e conoscere i miei collaboratori per capire le potenzialità del corpo della polizia municipale».

Che tipo di comandante sarà? Sarà aperto al confronto con gli agenti?

«Voglio approcciarmi a questo nuovo incarico con umiltà, prudenza e capacità d'ascolto. Mi piace essere propositivo e coinvolgere le persone, quindi mi presenterò ai miei compagni di lavoro e cercherò di iniziare con loro un cammino condiviso. Che è ciò che ho cercato di realizzare a Vercelli, dove gestivo un totale di 80 persone, di cui 40 in divisa».

La sua esperienza lavorativa potrà aiutarla a stabilire buoni rapporti con i colleghi?

«Assumerò questo ruolo con consapevolezza. Venendo da una realtà di provincia so bene quanto sia importante stabilire una buona sintonia con i propri colleghi. Anche per questo voglio fare come quei marescialli che vivono dove lavorano. Solo così si conoscono le persone, in quanto i luoghi non sono fatti solo di mattoni, ma soprattutto di relazioni interpersonali».

La spaventa passare dal comando di Vercelli a quello di Parma?

«Parma è una città importante e sono consapevole della sfida che mi attende. Però non sono spaventato. Ho solo intenzione di approcciarmi con grande umiltà ad un comando importante».

Da quanto tempo è nella polizia municipale?

«Ho iniziato nel '94 come agente a Casale Monferrato e il mio primo comandante fu Giorgio Spalla, colui che mi ha anche preceduto a Vercelli. Da lui ho imparato tanto ed è merito suo se mi sono laureato. Alla fine del 2011 sono diventato comandante della polizia municipale di Chivasso, mentre sono alla guida del comando di Vercelli dal 14 maggio 2014».

Visto il passato da primo cittadino di suo padre possiamo dire che è un figlio d'arte?

«No, perché in famiglia il politico è appunto mio papà Livio, che ha fatto il sindaco di Chivasso dal '77 all'84. Io non ho ambizioni politiche».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal