Sei in Archivio bozze

il caso

Bimbo colpito dallo scorbuto a Rimini: era la malattia di marinai

21 aprile 2019, 14:55

Bimbo colpito dallo scorbuto a Rimini: era la malattia di marinai

Raro caso di scorbuto a Rimini: un bimbo di cinque anni è stato colpito dalla malattia che in tempi antichi, soprattutto nel Medioevo, affliggeva i marinai che per lungo tempo in mare non potevano mangiare frutta fresca e verdura. La rara patologia è infatti legata a gravi carenze di vitamina C e può risultare mortale. Il bimbo è stato curato dai medici di Pediatria dell’ospedale riminese e a raccontarne la storia è il padre in un’intervista all’edizione locale del Resto del Carlino.
I primi sintomi sono comparsi a novembre e poi tornati a marzo dopo che il piccolo aveva contratto la varicella. Il bimbo, precisa il padre, non era vaccinato perchè, «visto che si sospettava anche una malattia autoimmune ci hanno detto che era meglio attendere di capire qualcosa di più, prima di procedere con il vaccino». Di qui altri esami, e infine un indizio, la selettività col cibo, che ha portato alla diagnosi: scorbuto. Il piccolo è stato quindi curato ed è stato dimesso ieri.
«Il bimbo - ha raccontato il padre - è molto selettivo con il cibo, mangia pochissime cose, nonostante la nostra continua lotta per fargli mangiare più cose. Quindi la dottoressa ha intuito che ci potesse essere una tremenda carenza di vitamina C. Hanno iniziato a iniettarla in dosi massicce e intanto sono arrivati gli esiti degli esami del sangue per individuare la malattia che hanno dato esito positivo allo scorbuto». Ora «sta bene e migliora a vista d’occhio».