Sei in Archivio bozze

COMMERCIO

Cittadella, Bruno e Lucia abbassano la serranda dopo 45 anni

23 aprile 2019, 07:00

Cittadella, Bruno e Lucia abbassano la serranda dopo 45 anni

GIORGIO GANDOLFI

C'è un pellegrinaggio in zona Cittadella al negozio che per oltre quarant'anni, in via Sette Fratelli Cervi, è stato un punto di riferimento per gli abitanti del quartiere, ma anche per quelli che si erano trasferiti altrove. Perché Bruno Rimella e Lucia Piombo si erano fatti tanti clienti: Bruno con le sue «massime» oltre che con la frutta scelta dagli amici di campagna; Lucia sempre disponibile dalla mattina alla sera senza battere ciglio. E poi erano parenti dei «gemelli del gol», Andrea ed Ettore Piombo che coi loro negozi di via Solferino e di via Cella completavano quella che poteva sembrare, ma non lo era, una cooperativa. Gemelli molto ammirati perché giocavano bene a calcio: Ettore era un'ala all'antica, quelle che facevano i gol, merce rara oggi come certa frutta.

Bruno dopo 45 anni esatti di servizio ha cominciato a salutare i clienti-amici con un'altra delle battute che giungevano dalla sua estrazione ma anche da una saggezza frutto dell'esperienza e dai rapporti con la gente. Adesso fa finta di non essere pentito della sua scelta ma ha capito che Lucia meritava una vacanza: ceduti i muri del locale alla vicina immobiliare, vorrà dire che qualche mattina andrà al mercato alimentare coi cognati tanto per attingere qualche notizia da girare poi agli amici.

Questo negozio non aveva niente di storico, non ci sono stati passaggi illustri se non quelli dei tifosi in occasione delle partite del sabato al Tardini pronti magari a prendere d'assalto il bar ma non il fruttivendolo: «Al massimo - dice sorridendo Bruno - per comperare qualche mela da sgranocchiare non certo da tirare in testa agli avversari. Troppo buone per sprecarle in malo modo. Noi non abbiamo mai tirato giù la saracinesca, semmai venivano a fare due chiacchiere e a controllare i prezzi per fare spesa, eventualmente dopo la partita».

Una cosa è certa: Bruno e Lucia - sembra quasi un titolo da promessi sposi - una lunga vita assieme, sicuramente rimarranno nella simpatia dei parmigiani. Incontrandoli qualcuno sicuramente dirà loro: «Ah, quando c'eravate voi!». Il saluto migliore per riconoscere un felice rapporto. Comunque Ettore e Andrea continueranno la tradizione di famiglia anche se la Cittadella perderà le «massime» di Bruno Rimella sempre che non si metta a un tavolo e ne tiri fuori un libro. In mezzo a tanti scrittori, sicuramente non stonerebbe.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal