Sei in Archivio bozze

Lirica

Quanto costa andare a teatro?

24 aprile 2019, 08:00

Quanto costa andare a teatro?

E' partita dal 9 di questo mese, nella biglietteria del Teatro Regio di Parma la vendita dei biglietti per tutti gli spettacoli del Festival Verdi 2019. I biglietti sono disponibili anche online su teatroregioparma.it.

Ma quanto costano i biglietti della lirica a Parma? Sono più o meno cari che in altri teatri o festival italiani e stranieri e perché? Il discorso cambia se si parla di Stagione Lirica o di Festival Verdi, e i fattori che incidono sui prezzi sono moltissimi. Ne parliamo con il direttore generale del Teatro Regio, Anna Maria Meo.

«Per il Festival Verdi abbiamo una richiesta che è cinque volte la reale disponibilità di posti. – spiega Meo – Le richieste da parte degli stranieri iniziano un anno prima e riguardano la platea e i palchi centrali: non fanno questioni di prezzo, vogliono i posti migliori. Nonostante ciò, cerchiamo di dare sempre un trattamento di riguardo ai nostri abbonati, che costituiscono un terzo del pubblico del Festival Verdi: a loro vendiamo un abbonamento a tre spettacoli con uno sconto del 20% (gli anni scorsi era addirittura del 30%) anche se, vista la domanda, potremmo vendere quegli stessi posti agli stranieri a prezzo pieno. Dopo aver annunciato il Festival Verdi mettiamo in attesa le richieste dei Tour Operator e diamo il tempo ai parmigiani di approfittare della prelazione e di acquistare i nuovi abbonamenti, prima di aprire le vendite dei singoli biglietti. Facciamo questo perché crediamo che non si possa fare un discorso puramente economico: vogliamo mantenere il rapporto tra il pubblico della città e il Festival».

I costi dei biglietti per Luisa Miller, che andrà in scena a San Francesco del Prato, saranno più alti per motivi presto detti: «il plus che offriamo inserendo la programmazione in un luogo così importante – spiega Meo – genera costi di allestimento temporaneo di uno spazio non teatrale. Inoltre San Francesco potrà contenere probabilmente circa 600 posti, contro i 1000 del Teatro Regio. D'altra parte la scommessa di usare un luogo terzo è parte importante del Festival Verdi, un onere di cui ci facciamo carico volentieri».

Per chi vuole accedere all'opera a prezzi più contenuti, comunque, il direttore generale del Regio ricorda che le occasioni non mancano: «Abbiamo biglietti a costo contenutissimo per le prove aperte, agevolazioni per studenti con RegioAteneo, biglietti ridotti del 50% per gli under 30 e sconti per le famiglie...».

Anna Maria Meo conclude con qualche auspicio: «Preferirei poter tenere i prezzi più bassi, ma questo sarebbe possibile se le risorse pubbliche fossero maggiori. Il nostro ricorso al tar è stato un gesto di principio... Speriamo in Parma capitale italiana della cultura 2020: sarà un veicolo straordinario di promozione. Il progetto del Teatro Regio è molto ambizioso, anche se non c'è al momento prospettiva di una crescita delle risorse finanziarie. Se potessimo contare su un aumento del finanziamento, il Teatro Regio potrebbe riservare tantissime sorprese...». L.B.

I COSTI DEI BIGLIETTI

Ecco qualche dato sui costi dei biglietti della lirica. Per quanto riguarda il Festival Verdi, il Teatro Regio di Parma è l'unico (tra i festival presi in esame) a prevedere la possibilità di fare un abbonamento, l'unico a fare una differenza di costi tra prima e repliche, ed è anche l'unico a offrire biglietti a costo dimezzato per gli under 30. Il prezzo di prima fascia per una prima d'opera al Festival Verdi 2019 varia tra i 200 e i 260 euro (tra i 100 e i 130, quindi, per gli under 30). Alle repliche rimane quasi invariato il costo in San Francesco, mentre i posti in poltrona al Teatro Regio e al Verdi di Busseto si abbassano a 180 euro per serata (90 per gli under 30). I posti in galleria si aggirano intorno ai 50 euro per le prime al Regio, tra i 25 e i 50 euro per le prime al Teatro Verdi, mentre in San Francesco esiste solo un secondo settore con poltrone a 130-150 euro.

Gli altri festival italiani non fanno differenza tra prime e repliche: al Rossini Opera Festival i biglietti di prima fascia costano tra i 140 e i 160 euro, al Festival Puccini di Torre del Lago il settore gold costa 159 euro. Andando all'estero i prezzi lievitano, c'è però la possibilità di accedere agli spettacoli anche con biglietti molto economici: un biglietto di prima fascia al Festival di Salisburgo può costare fino a 440 euro, mentre i biglietti più economici circa 20; a Bayreuth il biglietto più caro costa 416 euro, quello più economico 10. Parlando delle stagioni liriche, invece, i costi delle poltrone al Teatro Regio di Parma per la stagione 2019 sono di 110 euro alle prime, 75 euro alle repliche. La galleria varia tra i 27 e i 23 euro. Fa eccezione Andrea Chénier: essendo una coproduzione con altri Teatri dell'Emilia Romagna, il costo della poltrona era di 75 euro anche per le prime. Al Teatro Valli di Reggio Emilia un posto di platea o palco centrale costa 60 euro, al Teatro Comunale di Modena 65 euro, al Teatro Comunale di Piacenza 67 euro. l.b.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal