Sei in Archivio bozze

BASSA

Polesine Zibello, sarà sfida tra lo chef Spigaroli e Galli

26 aprile 2019, 07:01

Polesine Zibello, sarà sfida tra lo chef Spigaroli e Galli

PAOLO PANNI

Dopo sei mesi di commissariamento, il Comune di Polesine Zibello avrà, tra poco più di un mese, la sua nuova amministrazione. A contendersi la fascia tricolore di primo cittadino saranno Massimo Spigaroli e Beppe Galli. Se la candidatura del primo, chef famoso a livello internazionale, ha del clamoroso e non è ancora ufficiale (ma è solo questione di dettagli che già in queste ore dovrebbero essere risolti), quella di Beppe Galli, tecnico elettricista, classe 1963, vicesindaco nella passata amministrazione guidata da Andrea Censi (finito nel noto terremoto giudiziario dello scorso autunno) è invece cosa fatta. Spigaroli, classe 1958, un passato da consigliere comunale a Polesine, ambasciatore della cucina italiana e presidente sia del Consorzio che della Strada del Culatello di Zibello, proprio in queste ore sta sciogliendo le ultime riserve ma, come anticipato, siamo ai dettagli. Tutto fatto invece per Galli che guiderà la lista civica «Guardiamo avanti» di cui faranno parte anche Mario Marchiò e Alberto Gnappi (assessori, come Galli, nella giunta Censi), oltre a Daniele Ballotta, Anna Maria D’Urso, Alma Nasic, Vanna Rivara, Roberto Santucci, Lucrezia Segalini, Fabrizio Stecconi, Piera Tessoni, Simone Vaccari e Santo Vece. Tecnico elettricista nell’azienda di famiglia, Galli, oltre a essere molto attivo nell’associazionismo locale, è appassionato di fotografia, mobilità sostenibile e canoa. Consigliato da concittadini e amici, come lui stesso ha detto, ha accettato di candidarsi primo cittadino. «Il simbolo della nostra lista, “Guardiamo avanti” - evidenzia - rappresenta il gallo che guarda il sole dell’aurora. È l’annuncio di un giorno nuovo, è l’espressione della nostra volontà di costituire un’amministrazione che dia un rinnovato prestigio al nostro bel paese, per migliorare la vita della nostra gente, aiutare i giovani e soprattutto per assicurare agli anziani tutta l’attenzione che meritano. Abbiamo costruito un’ottima squadra, rappresentativa di tutto il territorio comunale, plurale nelle idee e trasversale nelle appartenenze, fatta di persone perbene e stimate, competenti e di esperienze diverse, il cui unico interesse è il bene del nostro paese. Presentiamo un programma di cose concrete - ha aggiunto - basato in prima istanza sulla perfetta manutenzione dell’esistente e sul soddisfacimento delle necessità quotidiane dei cittadini, perché vogliamo garantire un percorso certo e realizzabile, senza promettere la luna. Contemporaneamente però, siamo consapevoli della necessità di continuare ad immaginare il futuro, e del fatto che Polesine Zibello non deve aver paura di scommettere su progetti ambiziosi. Ci mettiamo al servizio della nostra gente, senza la presunzione di possedere la bacchetta magica, con umiltà, ma anche con grande determinazione e con la consapevolezza di poter costruire, attraverso la competenza e l’ascolto, un progetto di paese virtuoso. Noi ci siamo e lavoreremo sempre con e per la nostra comunità tutta».