×
×
☰ MENU

20 anni, un vero...talent da navigatrice

20 anni, un vero...talent da navigatrice

02 Maggio 2019,03:59

VALENTINA CRISTIANI

 

Il rally si tinge di rosa. Non ci poteva essere Pasqua più bella per Martina Musiari, la ventenne parmigiana della Collecchio Corse che ad Adria nella sesta edizione del «Rally Italia Talent 2019» si è aggiudicata il titolo di miglior navigatrice femminile.

«È stata una grande sorpresa perché non mi aspettavo questo risultato. È un ruolo delicato e fondamentale il nostro, significa essere il regista dell’equipaggio, gestire la macchina e la gara. Ogni persona che ho incontrato nel talent mi ha arricchito di conoscenze fondamentali per portare avanti nel miglior modo questa passione».

Grinta, determinazione e competitività le peculiarità di questa figlia d’arte. Suo padre Clemente infatti è navigatore mentre lo zio faceva il pilota. E proprio il papà Clemente le ha trasmesso la passione per i motori: «fin da piccolina. quando andavamo insieme a correre a Varano con la nostra 112 Abarth. E, sempre tramite lui, l’estate scorsa ho avuto l’opportunità di debuttare nel Rally di Salso, il mio trampolino di lancio in questo mondo. Gli altri rally sono stati comunque importanti per imparare sempre qualcosa in più e fare esperienze».

Lasciatasi alle spalle l'emozione di questa vittoria, a Martina non resta che sottolineare gli aspetti fondamentali che danno sostanza a quest’esperienza.

«A livello personale, un successo che mi ha aperto tante opportunità: sto iniziando a programmare qualche gara, mi piacerebbe correre un trofeo in modo da potermi confrontare con altri equipaggi. A livello tecnico vorrei evidenziare che per la prima volta quest’anno sono state utilizzate le nuove Suzuki Swift Sport 1400 turbo: auto professionali ed al contempo divertenti, ma soprattutto ideali per mettere in evidenza le capacità di guida dei piloti». La navigatrice parmigiana ci rivela il suo segreto per fare la differenza nei rally. «Curare al meglio i dettagli, anche quelli meno significativi, come mi ha insegnato Lorenzo Granai in semifinale al Rally Italia Talent».

In conclusione un consiglio a chi si avvicina a questo mondo per la prima volta. «Suggerisco vivamente a tutte le ragazze e ai ragazzi appassionati, di partecipare al Rally Italia Talent perché offre un’opportunità stupenda per conoscere l’ambiente e mettersi in gioco».

 

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI