×
×
☰ MENU

Parma lanciatissimo nella volata di fine anno

Parma lanciatissimo nella volata di fine anno

28 Novembre 2018,11:48

E' passato un mese (27 ottobre a Bergamo) dall'ultima sconfitta del Parma, dopodichè i crociati si sono divertiti un mondo al «november park»: vero è che con il Frosinone è arrivato uno 0-0 interno, che però ha mosso la classifica ed è stato ottenuto con uomo in meno nell'ultima mezz'ora. Poi, prima e dopo la sosta azzurra, due scintillanti vittorie per 2-1, con il Parma issatosi entrambe le volte sul doppio vantaggio senza peraltro mai rischiare seriamente di venire raggiunto, grazie anche alle parate in extremis di Sepe. Le vittorie in casa del Torino e contro il Sassuolo, inoltre, hanno spazzato via ogni residuo scetticismo sul lavoro di D'Aversa e del suo staff, scardinando definitivamente il termine «catenaccio». Che il mister crociato domenica abbia fatto notare che «solo qui si cerca il pelo nell'uovo», riferendosi evidentemente ai frequenti accenni della critica all'atteggiamento «attendista» della squadra, ci sta. Ma è evidente come nelle ultime giornate, con la ritrovata forma migliore di Inglese e Gervinho, il recupero di Grassi e la baldanza di Bastoni, la qualità del gioco espresso sia notevolmente lievitata. Senza dimenticare i progressi di Iacoponi, dello stesso Sepe, e la piacevole conferma che diversi elementi - tipo Barillà, Siligardi, Gagliolo e il ritrovato Scozzarella - stanno rendendo più (o anche) in A che in B.

Archiviato dunque un mese da imbattuto - nel quale però è sceso in campo «solo» tre volte - il Parma si appresta ad affrontare il volatone di dicembre prima della pausa invernale in una posizione tanto meritata quanto privilegiata: entusiasmo, autostima, mente sgombra e uomini non più contati. I tifosi sognano già un altro colpaccio a San Siro e il sorpasso sull'incerottato Milan di questi tempi: sapere che Alves e compagni potranno presentarsi al Meazza senza pressioni è comunque una garanzia. Poi è inutile fare tabelle: sulla carta la partita con il Chievo è la più facile ma il Napoli ci ha sbattuto contro non più tardi di tre giorni fa. Sampdoria, Fiorentina e Roma, su quella stessa carta, sarebbero più forti del Parma ma in classifica sono dietro, mentre il derby con il Bologna fa storia a sè. Ci sarà comunque da divertirsi, e anche da mettere in conto un legittimo turnover. Poi può darsi che qualche partita vada di traverso, che si raccolga meno di quanto meritato o che semplicemente il Parma debba inchinarsi a un'avversaria che ha giocato meglio. Ma a questo punto, con 20 punti in saccoccia a 6 giornate dal giro di boa, dire che la favola Parma sta continuando nel migliore dei modi, è quasi una banalità. Ma anche una splendida verità. f.m.

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI