×
×
☰ MENU

Polizia locale: crescono i sequestri d'auto ma calano gli incidenti

Polizia locale: crescono i sequestri d'auto ma calano gli incidenti

05 Febbraio 2019,11:24

NICOLETTA CARPANA

FELINO Non solo multe. La polizia locale è tanto altro. Dal 2009, per effetto della convenzione per la gestione associata dei servizi di polizia municipale dell’Unione pedemontana parmense, al corpo unico di polizia locale sono state trasferite una serie di competenze che prima non aveva. Oltre alle funzioni di polizia stradale e di pronto intervento svolgono attività di controllo del territorio per prevenire illeciti, illegalità diffusa, repressione dei reati, attività d’indagine e di controllo del territorio in collaborazione con le forze di polizia e carabinieri, vigilanza in materia commerciale, di polizia edilizia, di tutela ambientale, accertamenti, notifiche di atti, esecuzione di Tso, analisi dei fenomeni criminosi e progettazione per la sicurezza urbana e sociale, coordinamento del servizio di Protezione civile.

Tutte queste attività sono svolte e coordinate sui sei comuni dell’Unione: Collecchio, Sala Baganza, Felino, Traversetolo, Montechiarugolo e Lesignano Bagni. La centrale operativa è a Felino e il comandante, Franco Drigani, risponde ad alcuni interrogativi, partendo alle critiche sulla presunta assenza degli agenti in paese e l’ubicazione della centrale operativa fuori dal centro, in una località isolata.

IL NODO DELLA CENTRALE

«È vero che non passeggiamo più a piedi per il paese, magari perché siamo a rilevare un abuso edilizio piuttosto che intervenire su un incidente. Per cui noi sul territorio siamo più che presenti, in una veste diversa rispetto a quella con cui i cittadini erano abituati a vederci. Per rispondere alla seconda critica, la centrale operativa è stata spostata dal centro perché, in caso di emergenza, le sedi strategiche devono essere operative. Prendiamo per esempio il terremoto: i nostri paesi hanno centri con edifici d’epoca o comunque vecchi che, con un evento di forte intensità, crollerebbero o comunque sarebbero seriamente danneggiati. Le macerie sulle strade, i ponti crollati ci impedirebbero di intervenire prontamente e affrontare l’emergenza, tenuto conto che siamo noi a organizzare e gestire gli interventi della Protezione civile. Le indicazioni tecnico-operative e il buonsenso - prosegue il comandante - hanno portato a collocare la nuova centrale operativa, costruita con criteri antisismici, in uno spazio aperto dove creare all’occorrenza un’area d’ammassamento e a ridosso della nuova strada provinciale».

GLI INTERVENTI

Il comandante fornisce poi alcuni dati sull'attività svolta dagli agenti nel 2018. «Dal 2013 al 2017 in Emilia Romagna si è registrata una diminuzione della delittuosità totale del 14,8%. Nel 2018, nel territorio dell’Unione si sono verificate 4148 violazioni del codice della strada, più o meno in linea con l’anno precedente, con un aumento del numero di veicoli sequestrati perché sprovvisti di assicurazione: 134 di cui 44 in transito sul territorio del comune di Felino. Le violazioni del codice per mancata revisione del veicolo sono state 181, per eccesso di velocità 180. C’è stata una diminuzione degli incidenti stradali che da 208 nel 2017 di cui 3 mortali, sono passati ai 179 nel 2018 di cui uno mortale. Sono dati piuttosto contenuti se rapportati al volume di traffico veicolare sulle strade del territorio dell’Unione».

CONTROLLO DI VICINATO

Positivo il commento sull’attività di controllo di vicinato. «Ci sono state diverse segnalazioni che abbiamo puntualmente verificato tramite il nostro sistema di videosorveglianza ed in alcuni casi abbiamo appurato che la segnalazione era giustificata. Il nostro territorio ha un sistema di videosorveglianza molto efficiente e capillare, attivo 24 ore su 24, migliore rispetto ad altre zone della provincia. Attualmente sono attive sul territorio 80 telecamere di lettura targhe e 50 di contesto». Concentrandosi sulla situazione di Felino, il comandante dà un buon giudizio sul paese. «Felino è un paese virtuoso. Nel 2018 abbiamo rilevato tre casi di abusivismo edilizio di lieve entità, e abbiamo ricevuto una segnalazione per un presunto danno ambientale, ma dopo le verifiche di Arpae è risultato tutto nella norma. Un dato eclatante è il numero di verbali riguardanti la cattiva gestione degli animali d’affezione. Dei 100 verbali del 2018, 30 sono stati fatti a Felino».

NUCLEO ANTIVIOLENZA

I compiti della polizia locale però non si fermano a quelli descritti. «Abbiamo un nucleo autotrasporti, preposto al controllo dei mezzi pesanti e ai tempi di guida e abbiamo rilevato tante irregolarità. In alcuni casi abbiamo constatato la manomissione del cronotachigrafo. È attivo anche il nucleo antiviolenza e tutela minori. A Felino non ci sono stati episodi di violenza domestica, in altri comuni qualche caso si è verificato».

Il comandante Drigani ha un suggerimento sul come aumentare il livello di sicurezza. «Istituire il senso unico su via Roma, dal centro verso via Calestano. Abbiamo via Baldi, parallela a via Roma che consentirebbe di creare un percorso circolare: meno flussi interferiscono più sicurezza c’è. Diminuirebbero l’inquinamento atmosferico e acustico, si potrebbe creare una pista ciclabile e, diminuendo le dimensioni della carreggiata, creare dei parcheggi per chi deve recarsi nei negozi o uffici. Si potrebbe provare in via sperimentale».

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI