×
×
☰ MENU

Collecchio e Langhirano, raffica di furti

Collecchio e Langhirano, raffica di furti

07 Novembre 2016,12:46

COLLECCHIO

Ladri in azione nella frazione di Madregolo nel pomeriggio di sabato in via Caravaggio, via Tiziano e via Raffaello. Una famiglia che vive in via Tiziano, nel quartiere dove si trova il circolo Primavera, si è assentata qualche ora e, nonostante l’allarme e la presenza di due cani, i ladri sono riusciti ad entrare in casa, erano circa le 17.30, in pieno giorno.

Hanno rubato la vera del padrone di casa e qualche altro prezioso. “Ormai – spiega la figlia del proprietario dell’abitazione di via Tiziano – c’è rimasto poco da rubare, è la quarta volta che, nell’arco di qualche anno ci vengono in casa”. Stessa sorte per alcuni residenti di via Raffaello dove i ladri sono entrati, hanno messo a soqquadro l’abitazione e rubato gioielli e oro.

E’ stato uno stillicidio: i ladri hanno provato ad entrare in altre case ed appartamenti, senza successo. Non è la prima volta che accade, il quartiere di via Tiziano, via Raffaello e strada alla Chiesa è stato più volte preso di mira dai ladri in passato. Si tratta di un quartiere residenziale costituito principalmente da villette, che sono spesso circondate da alte siepi e si trovano comunque fuori mano rispetto al centro della frazione: una preda, quindi, molto appetibile per i potenziali ladri.

La gente ha paura. “Sono anziana – dice una signora di via alla Chiesa – e vivo sola. Questi episodi rinnovano in me la paura, sono molto preoccupata”. In autunno, soprattutto nei mesi di novembre, dicembre e gennaio, quando le ore di luce sono poche, i ladri ne approfittano per entrare in azione. In questo caso, quello che preoccupa di più i residenti è il fatto che abbiano agito in pieno giorno a poco tempo dopo il furto messo a segno, sempre durante il pomeriggio, in un podere di strada Costa ad Ozzano Taro, dove i ladri hanno sottratto una refurtiva pari a qualche migliaio di euro. Non è escluso che si tratti della stessa banda.

I residenti del quartiere di via Tiziano e via alla Chiesa, dopo i furti ed i tentativi di furto del passato, si sono attrezzati installando inferriate, allarmi ed anche con la presenza di cani. “Tutto questo non basta – spiega un uomo che vive nella zona – ci vorrebbero più controlli da parte delle forze dell’ordine. I carabinieri, a volte li vediamo, ma di agenti della municipale nel quartiere non se ne vedono”. E qualcuno va oltre. “Ci sentiamo abbandonati – prosegue una signora – siamo arrivati al punto che dobbiamo difenderci da soli. Non siamo più tranquilli in casa nostra. Ormai i furti, nel periodo autunnale sono una prassi qui a Madregolo”. La notizia ha fatto in breve tempo il giro della frazione e la gente è sul piede di guerra. Qualcuno suggerisce l’installazione di un sistema di video sorveglianza. “Penso che non si possa più andare avanti così – dice un ragazzo che vive nel quartiere di via Raffaello –, ogni anno siamo alle solite: furti e tentativi di furto che trasformano questa zona in un far west. E’ necessario prendere dei provvedimenti che scoraggino definitivamente questo problema”. La gente ha paura e si barrica in casa, ma non aiuta a risolvere il problema, secondo i residenti. “Bisogna reagire – conclude una donna impaurita dalla recrudescenza dei furti - vorrà dire che ci coalizzeremo come cittadini del quartiere e faremo come è successo a San Martino Sinzano dove la gente ha sborsato una quota per garantire la presenza di vigilanza nelle ore notturne”.

LANGHIRANO

Enrico Gotti

Ancora furti in Val Parma: due abitazioni sono state prese di mira sabato 5 novembre, di sera, poco prima che le due famiglie rientrassero a casa per l’ora di cena. Nella frazione di Mattaleto, sopra le colline di Langhirano, i ladri sono entrati in azione sfondando le porte di una villa bifamiliare. I proprietari hanno scoperto la brutta sorpresa quando sono tornati a casa alla sera, dopo aver finito di lavorare. I due appartamenti, uno sopra l’altro, sono stati setacciati in cerca di oro e gioielli: è stato un blitz rapidissimo. I ladri hanno cercato collane, orecchini e valori, si sono portati via vecchi orologi e altri oggetti che per i proprietari erano i ricordi di una vita. Notevoli anche i danni alle porte, che sono state distrutte per il colpo. I vicini non sono riusciti ad accorgersi di quello che stava succedendo; le due abitazioni non sono nel borgo storico del paese, ma in via Pizzetti, in un quartiere di case molto più recenti. Poco tempo prima, alle 18 e un quarto, la stessa banda aveva provato ad entrare in un’altra abitazione, sempre a Mattaleto, ma le è andata male. Hanno fatto un buco nell’acqua: hanno provato a colpire la stessa casa dove un anno fa i ladri si erano infilati dalla finestra ma erano scappati subito dopo, messi in fuga da Shark III, pastore tedesco speciale, componente delle unità cinofile di soccorso. Anche questa volta i ladri hanno provato invano: hanno forzato lo scuro della finestra e hanno fatto scattare l’allarme (e hanno fatto anche scattare i due cani in casa, un pastore maremmano e un pastore tedesco: Shark IV erede di Shark III, che hanno cominciato ad abbaiare all’impazzata). I predoni, a quel punto, hanno provato a forzare la finestra, ma hanno desistito subito. Non si sono però scoraggiati e hanno ripiegato su un altro bersaglio: hanno colpito in una casa vicina, quella, appunto, abitata dalle due famiglie. La frazione di Mattaleto è un piccolo gioiello della Val Parma, con la sua chiesa settecentesca di San Michele Arcangelo e i suoi panorami, ma è anche un’area in cui sono frequenti le incursioni dei ladri. Accanto al borgo medievale, che un tempo dominava ed era più importante del paese di Langhirano, sono state costruite villette, case a schiera e palazzine; per i topi di appartamento è un attimo colpire e poi dileguarsi nelle campagne. C’è addirittura una villetta a schiera che ha avuto cinque furti in soli otto anni, di cui l’ultimo nell’aprile del 2015, una «maratona» di colpi, l’ultimo dei quali si è concluso con una cassaforte, posizionata all’interno di un armadio, portata via. I soliti ignoti, un anno prima, erano entrati in una villetta per la terza volta consecutiva: un tris. Mentre questo sabato, i ladri hanno colpito una casa che non aveva dei precedenti di furti e rapine.

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI