×
×
☰ MENU

Giù il debito e anche l'Irpef

Giù il debito e anche l'Irpef

24 Gennaio 2017,08:44

Valentino Straser

Via libera al Bilancio di previsione 2017-19, approvato con i voti favorevoli della maggioranza e il «no» dell’opposizione. Il sindaco Giuseppe Restiani, ha confermato la riduzione della spesa (-10,40% rispetto al bilancio previsionale 2016) e in particolare la riduzione delle spese di funzionamento dell’ente, nel servizio mense, nel servizio raccolta e smaltimento rifiuti.

Il sindaco ha inoltre comunicato la riduzione dell’indebitamento comunale, che passerà dai 4,9 milioni di euro del 2015 ai 4,3 milioni del 2017 , e la quota interessi che il Comune dovrà versare agli istituti di credito passerà dai 247 mila del 2015 ai 224 mila nel 2017. In riduzione anche le entrate derivanti dalle imposte e dalle tasse. In particolare, il sindaco si è soffermato sul dato Irpef sottolineando il calo derivante dall’imposizione, dovuto alla recente manovra varata dall’amministrazione di aumento della soglia di esenzione, della quale beneficeranno circa 200 lavoratori dipendenti e 200 pensionati varanesi.

Risorse saranno destinate, ha proseguito Restiani, alla Casa protetta Bonzani: oltre ai lavori di rifacimento del sistema di chiamata che a breve verrà assegnato (35 mila euro) sono previsti 40 mila euro per la creazione di un nuovo sistema di raffrescamento della struttura che dovrà essere realizzato prima dell’estate 2017. Riguardo i lavori pubblici e la viabilità, invece, sono previsti 90 mila euro in quota capitale e altri 30 mila euro in quota corrente per le spese quotidiane o di pronto intervento, mentre 20 mila euro saranno destinati a interventi sui cimiteri.

Il capogruppo di opposizione Massimo Buzzi, nel dichiarare il voto contrario, ha avanzato dubbi e perplessità sul disegno politico sotteso al documento contabile, non ritenendo adeguate alcune riduzioni di spesa. Di converso, il capogruppo di maggioranza, Alessandro Saglia Codeluppi, ha ribadito l’impegno dell’amministrazione riduzione della pressione fiscale, la diminuzione della spesa, la riduzione delle tariffe e dell’indebitamento. Codeluppi ha ricordato interventi manutentivi alla Casa protetta e di maggiori introiti per le casse comunali senza aumenti dei costi per i varanesi e aiuti economici per nuove famiglie. Ulteriori riscontri positivi, ha proseguito il capogruppo di maggioranza, sono stati registrati in campo turistico, sportivo e riguardo la viabilità.

Dopo l’intervento del vicesindaco Andrea Ferrentino, Paolo Balbo ha ribadito l’efficacia delle scelte amministrative attuate sino a oggi, come ad esempio la riduzione della quota interesse del Comune nei confronti degli istituti di credito. Critiche in merito alla viabilità e ad alcune scelte operate sul castello, sono state sollevate dal consigliere di opposizione Giovanni Bertocchi, mentre Luigi Bassi ha sollecitato il dibattito, invitando a discutere sulle tasse locali e non necessariamente a quelle incentrate sull’Irpef. Bassi ha sollevato anche perplessità riguardo il contributo per i nuovi nati e sulla presentazione del bilancio, dalla incerta linea di demarcazione fra quello previsionale e consuntivo.

Il sindaco Restiani, dopo le repliche alle critiche dell’opposizione, ha illustrato all’assemblea, al termine della seduta, i dati sul funzionamento della nuova centrale termica installata nel 2015 che ha consentito un risparmio di 39 mila metri cubi di gas alla Casa Protetta. Toni accesi nel secondo punto all’ordine del giorno che ha animato la serata di consiglio, con la presentazione dell’interrogazione, da parte di Luigi Bassi, sul trattore recentemente acquistato dall’Amministrazione comunale.

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI