×
×
☰ MENU

Caserma dei carabinieri in via Garibaldi

Caserma dei carabinieri in via Garibaldi

11 Febbraio 2017,11:40

Movimenti di «truppe» sulla scacchiera della sicurezza. Parma Oltretorrente non è più in via Abbeveratoia, ma in via delle Fonderie. Parma Centro, invece, da via delle Fonderie si è spostata in via Garibaldi, all'angolo con piazza della Pace, da anni spina nel cuore della città. La caserma è prestigiosa: uno degli edifici storici della nostra città, che prima ospitò i ministeri del Ducato e poi l'Intendenza di Finanza. Un palazzo «con gli alamari»: oltre che della stazione di Parma Centro è sede del Nucleo antifrodi comunitarie dell'Arma e presto lo sarà anche del Nas.

«Questi movimenti permetteranno di risparmiare 130mila euro di affitto all'anno all'amministrazione» ha sottolineato il capitano Giovanni Orlando. Durante la conferenza, accanto al comandante della Compagnia sedevano i responsabili delle stazioni: il luogotenente Salvatore Ingrao, un veterano dell'Arma sul fronte parmigiano della sicurezza, al quale spetta la gestione di Parma Oltretorrente, che fino all'altro ieri si trovava in via Abbeveratoia, non lontano dall'ingresso del Pronto soccorso dell'ospedale Maggiore. Ora, la stazione continua a trovarsi di là dall'acqua, ma in una posizione più decentrata, con vista sul torrente. Pochi metri che non allontanano dall'obiettivo sicurezza di una parte della città nella quale si trovano quartieri popolosi e «sperimentali» come il Pablo e la zona di via Bixio e via D'Azeglio.

Accanto a Orlando, anche il 39enne maresciallo Giuseppe Ciulla (4 anni a Napoli, 7 a Roma e dal 2008 a Fidenza, Noceto e San Pancrazio, dove è diventato comandante) le redini di Parma Centro. La stazione assume ora anche il ruolo di prima «sentinella» della Pilotta. «I benefici già si notano: in piazzale della Pace la situazione è migliorata - sottolinea il capitano -. Ed è di pochi giorni fa l'arresto in flagrante di uno spacciatore».

Che la presenza dei carabinieri spezzi l'assedio degli spacciatori al monumento a Verdi è speranza di tutti. «Siamo molto impegnati su questo fronte: attenti sia sul tema del presidio della piazza che della sua riqualificazione - sottolinea Federico Pizzarotti -. A questo proposito, dopo aver aumentato la presenza di uomini della Polizia municipale, sostituiremo le torri faro con un'illuminazione monumentale: più bella dal punto di vista e più efficace per la sicurezza». Intanto, il sindaco anticipa l'idea di un altro trasloco. «Quello dei carabinieri di Vigatto nell'ex municipio di Corcagnano. Garantirebbe un presidio nel pieno centro della frazione e un ulteriore risparmio sull'affitto». rob.lon.

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI