Sei in Archivio

Parma

Sicurezza nei cantieri, calano le infrazioni nel Parmense

05 giugno 2009, 16:25

Sicurezza nei cantieri, calano le infrazioni nel Parmense

Le Aziende Usl di Parma, Reggio Emilia, Piacenza e Modena hanno effettuato una serie di controlli sulla sicurezza nei cantieri fra il 25 e il 30 maggio, "settimana speciale di vigilanza nei cantieri edili". Su 253 cantieri edili ispezionati, 85 non erano sicuri e per questo sono state accertate 140 violazioni e sanzioni per oltre 805mila euro in tutto.
L'Asl di Parma ha reso noto che è sostanzialmente invariata la percentuale dei cantieri irregolari rispetto alla precedente campagna dell’autunno scorso (dal 36% al 34% di maggio). I controlli hanno riguardato, in particolare, i rischi di caduta dall’alto (88 irregolarità su 140), i rischi di sprofondamento e seppellimento negli scavi, la sicurezza degli impianti elettrici e delle macchine da cantiere, che sono le principali cause di infortuni gravi e mortali. La vigilanza è stata, inoltre, estesa alla verifica approfondita delle gru (una è risultata irregolare).

MIGLIORAMENTO A PARMA. "Questi i dati della nostra provincia - dice la nota dell'Asl -. 70 i cantieri ispezionati; 115 le imprese che vi operano. 37,1% i cantieri contravvenzionati, espressione di un possibile rischio per la sicurezza dei lavoratori, 20 le gru controllate, una sola risultata irregolare. Rispetto ai dati emersi in occasione della precedente settimana speciale di vigilanza - ottobre 2008 -, si registra il calo percentuale dei cantieri contravvenzionati, passando dal 42.5% al 37.1%, testimonianza, questa, di una possibile tendenza al miglioramento delle condizioni di sicurezza. Le violazioni accertate a Parma e provincia in questa settimana di controllo straordinario sono state 44, contro le 55 della precedente iniziativa, con complessivi circa 230mila euro di sanzioni comminate".

I CONTROLLI NELLE QUATTRO PROVINCE. Nel mirino sono finite in tutto 441 imprese e 1327 addetti, di cui 409 lavoratori autonomi (31% degli addetti). Quasi il 20% dei ponteggi presenta irregolarità con carenze tali da risultare un pericolo per i lavoratori nel 34% dei cantieri. Dei complessivi 113 verbali di contravvenzione, l’82% riguarda imprese e il 18% soprattutto coordinatori per la sicurezza o committenti dei lavori. Quasi sistematico il ricorso alla catena dei subappalti verso imprese sempre più piccole, e la diffusione di imprese individuali senza dipendenti (31% nei cantieri controllati).

(foto d'archivio)

© RIPRODUZIONE RISERVATA