Sei in Archivio

Arte-Cultura

Poesia: il premio Capri sarà dedicato a Neda

26 giugno 2009, 19:47

Sarà dedicato a Neda Agha Soltan,  la ragazza iraniana di 26 anni uccisa a colpi di arma da fuoco a  Teheran il Premio Capri 2009.
Per un mese, a partire dalla seconda metà di luglio, l’isola  del Golfo diventerà casa della poesia, con una sorta di  gemellaggio poetico con Manhattan.  Organizzato dalla Capri Award Foundation, l’Ept di Napoli e la  Regione Campania assessorato al Turismo, il premio Capri  assegnerà due riconoscimenti, «L'isola della poesia» e il  «Capri Award’', rispettivamente a Rita Dove e a Robert Pinsky.  Rita Dove è la prima scrittrice afroamericana che abbia  ricevuto il Premio Pulitzer, nel 1987 con il libro 'Thomas e  Beulah'; è stata insignita per tre anni del titolo di poeta  laureato e insegna scrittura creativa all’Università della  Virginia. Poeta 'laureatò dal Congresso americano per ben tre  volte e nominato per il Pulitzer nel 1996, Pinsky è autore di  una apprezzata traduzione dell’Inferno di Dante e insegna alla  Boston University.

Ma quest’anno, il Festival è dedicato anche al sacrificio  delle donne-martiri della violenza e a un loro simbolo, Neda, la  ragazza assassinata pochi giorni fa a Teheran, durante le  manifestazioni di protesta che hanno fatto seguito alle  elezioni. A Capri verrà letta e un poesia scritta in suo onore  dai twitter iraniani.   Il direttore artistico del Premio  Capri e del Festival di poesia, Claudio Angelini, che ha diretto  per quattro anni l’Istituto Italiano di Cultura di New York, ha  preparato un calendario ricco di eventi: letture, seminari di  scrittura creativa e conversazioni sulla poesia si susseguiranno  in alcuni dei luoghi più suggestivi dell’isola.
 In programma anche il premio di poesia per giovanissimi  «Porta una Poesia in tasca». Vincitore del premio per la  sezione giornalismo è il direttore de «Il Messaggero» Roberto  Napoletano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA