Sei in Archivio

Parma

Università: fondi in base alla qualità. Parma sarà penalizzata

24 luglio 2009, 19:14

Università: fondi in base alla qualità. Parma sarà penalizzata

Il ministero dell'Università cambia i criteri per l'assegnazione delle risorse. Gli Atenei con i migliori parametri di qualità su didattica e ricerca avranno più fondi; viceversa per chi sta in fondo alla «classifica» del ministero.
Sarà assegnato in questo modo il 7% del Fondo di finanziamento ordinario, ossia 525 milioni di euro. L'Università di Trento e i Politecnici di Milano e Torino sono i tre Atenei più virtuosi d'Italia. Parma invece si vedrà «limare» i fondi poiché rientra nel gruppo giudicato in modo negativo dal ministero, sul piano della qualità.
L'Ateneo di Parma vede togliersi lo 0,91% dei fondi statali. Non sarà il meno 3% di Atenei come Macerata o Foggia, ma è pur sempre una «bocciatura» sulla qualità da parte del ministero.

Ecco la classifica delle Università diffusa dal ministero (accanto al nome dell’Ateneo è riportata la percentuale di finanziamenti ricevuti in più o in meno in base ai nuovi criteri):
- Trento        10,69%
- Politecnico Torino  5,22% - Politecnico Milano  4,14% - Bergamo        2,82%
- Genova        2,52%
- Milano-Bicocca    2,51%
- Roma «Foro Italico» 2,35%
- Torino        2,18%
- Udine         1,95%
- Tuscia    1,80%
- Milano        1,69%
- Venezia        1,65%
- Chieti        1,50%
- Padova        1,37%
- Insubria       1,36%
- Bologna       1,33%
- Roma «Tor Vergata»  1,28%
- Ferrara        1,12%
- Università della Calabria    1,09%
- Modena-Reggio Emilia 1,05%
- Politecnica Marche  1,01%
- Pisa         0,99%
- Piemonte Orientale  0,79%
- Sannio di Benevento  0,75%
- Pavia         0,33%
- Verona        0,31%
- Politecnico Bari   0,26%
- Brescia       - 0,39%
- Perugia       - 0,56%
- Roma Tre       - 0,79%
- Parma        - 0,91%
- Mediterranea di Reggio Calabria  - 1,06%
- Salerno       - 1,06%
- Lecce        - 1,16%
- Iuav-Venezia     - 1,34%
- Catanzaro      - 1,42%
- Napoli        - 1,52%
- Catania       - 1,60%
- Bari         - 1,94%
- Parthenope di Napoli -2,03%
- Cagliari       - 2,08%
- Roma «La Sapienza» - 2,11%
- Teramo        - 2,17%
- Cassino       - 2,21%
- Molise        - 2,29%
- Camerino       - 2,42%
- L’Orientale di Napoli - 2,50%
- Seconda Università di Napoli      - 2,82%
- Basilicata      - 2,90%
- Sassari       - 2,95%
- Messina       - 3%
- Palermo       - 3%
- Foggia        - 3%
- Macerata    - 3%

© RIPRODUZIONE RISERVATA