Sei in Archivio

Provincia-Emilia

Ragazze salvate dal Soccorso alpino

22 agosto 2009, 09:41

Ragazze salvate dal Soccorso alpino

 Cristian Calestani

Sono partite di prima mattina per una tranquilla gita sui monti del nostro Appennino, ma sulla strada del ritorno qualcosa è andato storto e non hanno più ritrovato il giusto sentiero per fare ritorno a Valditacca, la frazione del comune di Monchio delle Corti dalla quale erano partite.
E' stata una serata di comprensibile paura per due ragazze: A.B. 26 enne del monchiese e M.B., 23 enne residente in città (non sono state diffuse le generalità). Per un paio d'ore si sono trovate al buio, nel bel mezzo dei boschi dell'Appennino, senza una torcia e senza riuscire a ritrovare il sentiero per fare ritorno a Valditacca. Poi l'intervento degli uomini del Soccorso Alpino ha permesso di individuarle e di riportarle, sane e salve, a casa. 
Le due ragazze erano partite ieri mattina, per compiere un'escursione nella zona dei laghi del Sillara. 
E' proprio in quel punto dell'Appennino che avrebbero trascorso buona parte della loro giornata, ma al momento di fare ritorno a Valditacca hanno, probabilmente, commesso un errore nel seguire il sentiero che avrebbe dovuto ricondurle a casa. 
Attorno alle 19, sfruttando uno dei pochi punti in cui il cellulare ha campo in quella zona, hanno chiamato i loro genitori dando l'allarme. 
Subito dopo sono stati allertati gli uomini del Soccorso Alpino coordinati da Roberto Piancastelli. Una quindicina di volontari, seguendo anche le indicazioni del caposquadra Gianluca Zammarchi, hanno iniziato le ricerche in tutta la zona che conduce ai laghi del Sillara, dove presumibilmente si erano disperse le due ragazze. 
Intorno alle 22 le due giovani, alle quali nel frattempo si erano scaricate le batterie dei cellulari - fatto che ha complicato ulteriormente le ricerche -, sono state trovate da uno dei volontari sulla strada del passo della Colla. Le due ragazze stavano procedendo in direzione di Valditacca, dalla quale però erano separata ancora da circa un'ora di cammino. «Le ragazze erano compresibilmente spaventate - ha raccontato il caposquadra Zammarchi - hanno perso la giusta direzione durante il tragitto di ritorno. In ogni caso sono state ritrovate in condizioni di salute perfette, anche se inevitabilmente un pò impaurite».  

© RIPRODUZIONE RISERVATA