Sei in Archivio

Spettacoli

Film recensioni - Cosmonauta

04 ottobre 2009, 12:44

Film recensioni - Cosmonauta
di Lara Ampollini
Che tenerezza i comunisti. Quelli che adoravano Yuri Gagarin, che si riunivano per ore in sezione, maschi e  femmine, compagni anche in un protofemminismo pieno di imbarazzi, che sputavano sui “traditori” socialisti. 
Che ci credevano, in una ingenuità che sapeva di vita, come i primi amori, come i sogni sulle cose che si faranno, che a ripensarci quando si è grandi viene un po’ il magone.
 C’è tutto questo e anche un po’ di più, per effetto del paragone tra i tardi anni Cinquanta e il nostro cinico oggi, nell’opera prima simpatica e volonterosa di Susanna Nicchiarelli, premiata in una sezione collaterale al Festival di Venezia. La storia di Luciana, ragazzina tosta e senza padre, che scopre la vita a strattoni, guidata da un carattere ribelle e impaziente rende bene l’idea di una società sui primi anni Sessanta, affamata di nuovo e di bello, di un futuro migliore, radioso e più giusto.
 Un personaggio e una società che vogliono credere alle favole e che vengono visti a ritroso con affetto e alcune notazioni delicate. I passaggi della crescita, i giudizi a volte ingiusti sui grandi (la mamma Pandolfi che sposa il borghesissimo Rubini, bravi), i rimescolamenti di fronte all’amore e al dolore: tutto raccontato con garbo, qualche cliché vintage (la musica), un passo convenzionale e un po’ faticoso ma che non dispiacerà a chi vede molta tv.
Giudizio 3/5
 
SCHEDA
REGIA E SCENEGGIATURA:  SUSANNA NICCHIARELLI 
FOTOGRAFIA:  GHERARDO GOSSI
INTERPRETI:  CLAUDIA PANDOLFI, SERGIO RUBINI, MIRIANA RASCHILLÀ, VALENTINO CAMPITELLI, PIETRO DEL GIUDICE.
GENERE:  COMMEDIA
ITALIA 2008, COLORE, 1' E 25’
DOVE:  EDISON