Sei in Archivio

Italia-Mondo

Gli "altri 9 novembre" della storia tedesca

09 novembre 2009, 11:15

Gli

È una ricorrenza carica di significato per i tedeschi, il 9 novembre. La caduta del Muro di Berlino avvenne nella notte fra il 9 e il 10 novembre 1989. Ma in quella stessa data, anni prima, erano avvenuti altri fatti importanti per la storia della Germania.

Nel 1918 fu proclamata la Repubblica tedesca, detta «di Weimar» dalla città della Turingia dove si tenne un’assemblea nazionale per redigere una nuova costituzione dopo la sconfitta tedesca della prima guerra mondiale. Il 9 novembre di quell'anno nacque un regime democratico instabile, la «Weimarer Republik», che durò fino al 1933, quando fu travolta dal nazismo.

Nel 1923 Hitler tentò il «putsch di Monaco», fra l'8 e il 9 novembre: il colpo di stato finì male, ma Adolf Hitler sarebbe diventato Cancelliere solo dieci anni dopo, trasformando la Germania nel terzo Reich e se stesso nel Fuhrer.

Nel 1938, la notte fra il 9 e il 10 novembre passò alla Storia come «La notte dei cristalli»: la persecuzione contro gli ebrei sfociò in un'efferata violenza. Furono distrutti migliaia di negozi gestiti da ebrei (da qui il nome di quella notte), furono rase al suolo centinaia di sinagoghe e 91 persone furono uccise dai nazisti. Con 30mila deportati iniziò lo sterminio degli ebrei con i campi di concentramento.

Il quarto 9 novembre importante per la storia tedesca è la caduta del Muro di Berlino nel 1989, che portò in tempi brevi alla riunificazione della Germania.

© RIPRODUZIONE RISERVATA