Sei in Archivio

Provincia-Emilia

Anche Corniglio "impone" il crocifisso nei locali comunali

14 novembre 2009, 13:53

Anche Corniglio

Dopo Zibello, anche Corniglio difende il crocifisso, "imponendolo" nei locali di tutti gli edifici pubblici di proprietà comunale. La decisione è stata presa dal sindaco Massimo De Matteis insieme ai componenti della maggioranza in risposta alla sentenza della Corte Europea dei diritti dell'uomo che ha espresso parere contrario all'esposizione del crocifisso nelle aule scolastiche italiane. Come cita l’ordinanza «si ritiene che la democrazia ed il pluralismo siano indeboliti e resi precari proprio da una imposta assenza di riferimenti ideali a cominciare dalle istituzioni scolastiche e da una neutralità astratta che priva di radici le basi stesse della società democratica che, per essere tale, ha esattamente bisogno di valori, ideali e identità».

In città, invece, i giovani de "La Destra" nella notte fra giovedì e ieri hanno affisso davanti a diverse scuole cittadine crocifissi in legno accompagnati da un volantino in difesa dei crocifissi nelle scuole.

Oggi e domani, inoltre, la Lega Nord di Parma raccoglierà firme in via Mazzini a sostegno della petizione finalizzata a difendere l'esposizione nelle scuole e negli uffici pubblici del crofisso.

I dettagli delle notizie e un'inchiesta sul tema del crocifisso in aula sulla Gazzetta di Parma in edicola

© RIPRODUZIONE RISERVATA