Sei in Archivio

Parma

"Ricorreremo al Tar contro gli aumenti Tep"

09 febbraio 2011, 09:00

Il Movimento nuovi consuma­tori annuncia un ricorso al Tar per bloccare gli aumenti gli au­menti delle tariffe Tep, decisi a fine 2010 da Comune e Provin­cia. Aumenti che - scrive il pre­sidente del movimento, Filippo Greci - «sembrano davvero ec­cessivi e privi di giustificazioni valide per le tasche del cittadi­no- consumatore che ancora una volta viene costretto a pagare senza tanti complimenti».

Il Comune di Parma, aggiunge il Movimento dei nuovi consu­matori, «vanta un primato da in­vidia nel panorama nazionale ed è quello riguardante la qualità dei servizi alla persona, che, nono­stante la crisi, non sono stati ta­gliati, ma in alcuni casi anche po­tenziati. Le plurime motivazioni poste alla base di tali aumenti ed individuate in tagli, crisi econo­mica, tariffe ferme dall’anno 2003, minor introiti Stato/Regio­ni, seppur all’apparenza genuine e plausibili, in realtà si appale­sano alquanto discutibili, tenuto conto di quanto recentemente accaduto proprio in ambito Tep e tenuto conto del primato che Par­ma detiene, come sopra detto».

Il Movimento fa ovviamente ri­ferimento agli «8,5 milioni di euro depositati dall'ex presidente della Tep Tiziano Mauro , nella Banca MB, istituto di credito milanese che era in amministrazione straordinaria già da un anno e mezzo: investimento che aveva poi portato Mauro alle dimissioni. (...)

L'articolo completo è sulla Gazzetta di Parma in edicola