Sei in Archivio

Buone Notizie

La primavera di Veronica

16 aprile 2011, 19:11

La primavera di Veronica

Gabriele Balestrazzi

C'erano in tanti. E c'erano anche gli "invitati" di Veronica: la primavera nel suo vestito migliore, il sole magicamente ricomparso dopo la grandinata di ieri, e perfino il vento evocato in una poesia ("Mi piacerebbe essere aria...e dimenarmi come il vento), che per due volte si è divertito a far "volare" il drappo sulla targa prima che venisse tolto ufficialmente.

Una via per una tredicenne: Veronica Biancardi. Una ragazzina dal sorriso dolce e simpaticissimo, capace di regalare - sulla natura, sulla vita e sulla morte che le si avvicinò troppo presto - pensieri così belli e profondi da poter insegnare tanto anche ai "grandi". Anche a 28 anni di distanza da quegli "ingenui", eppure tanto maturi, versi di ragazzina.

 Non vi voglio raccontare l'ufficialità di una cerimonia pure importante e significativa (come lo è stato il gesto di questa intitiolazione, illustrato dall'assessore alla Toponomastica Fecci): ne troverete la cronaca nel Tg Parma di questa sera e sulla Gazzetta di Parma domenicale. Ma vi invito a percorrere le due "strade degli arcobaleni" di Veronica: quella che da oggi la ricorda a Vicomero, nel mezzo di una campagna stupenda e piena di colori come le sue poesie, e quella virtuale che, con amore e legittimo orgoglio, i genitori di Veronica  hanno costruito sul web, in un sito che è il ricordo di una figlia speciale, ma anche uno splendido e toccante messaggio di vita, bontà ed ottimismo per tutti noi.

Il testo dell'intervento dell'ASSESSORE FECCI

Video - INTERVISTA A VERONICA (Tv Parma 1983)

Per saperne di più - IL SITO DI VERONICA

GLI ARCOBALENI DI VERONICA