Sei in Archivio

Parma

Da Fondazione Cariparma stanziati 22 milioni di contributi

30 aprile 2011, 13:30

Da Fondazione Cariparma stanziati 22 milioni di contributi

Con oltre 22 milioni di contributi deliberati, in data odierna è stato approvato il Bilancio 2010 della Fondazione Cariparma: con voto unanime del Consiglio Generale, l’esercizio 2010 - in linea con le erogazioni degli ultimi anni - si qualifica per l’ampio risalto ai settori del sociale, salute pubblica, famiglia, educazione e volontariato.

«Azioni per arginare la crisi»
Nel contesto generale che ancora ha avvertito gli effetti della ben nota congiuntura economica mondiale, si legge in un comunicato diffuso ieri -  il Bilancio 2010 della Fondazione Cariparma, spiegano da Palazzo Bossi Bocchi,  «si evidenzia per azioni volte ad arginare gli effetti della crisi, ovvero per il contributo alle politiche di sostegno intraprese dagli enti locali e per l’attenzione al tessuto sociale del territorio parmense».

I settori di intervento
            Tre sono le macro aree che riassumono il totale degli interventi della Fondazione: servizi alla persona, che ha beneficiato del 67,9% del deliberato (16.260.775 Euro), Arte, attività e beni culturali, con il 16,6% (3.711.001 Euro) e Ricerca scientifica e tecnologica, con il 15,5% (2.142.838 Euro); sono state poi attribuite ulteriori risorse ai centri servizi per il volontariato per oltre 1 milione di Euro.

«Attenzione ad ambiti primari»
Una presenza, quella della Fondazione Cariparma, il cui raggio di intervento si è fortemente caratterizzato in ambiti primari: «preponderante è infatti l’impegno per l’area dei servizi alla persona, laddove il ruolo sussidiario e l’effetto “volano” per l’avvio di importanti progettualità – nel rispetto di ruoli e responsabilità ben distinti – ha ruotato attorno ai bisogni del cittadino ed al miglioramento della qualità della vita. Sempre più la Fondazione Cariparma - in un contesto di scarsità di risorse - si è rivelata  una realtà importante per il territorio parmense, un costante elemento di connessione e propulsivo tra territorio ed Istituzioni, tra la comunità e l’articolato mondo dell’associazionismo e della cooperazione.            Come ogni anno è stata inoltre tutelata la salvaguardia del patrimonio della Fondazione, effettuando accantonamenti per circa 13 milioni di euro».

© RIPRODUZIONE RISERVATA