Sei in Archivio

Quartieri-Frazioni

Piove. E la scuola di Corcagnano va sott'acqua

06 settembre 2011, 14:49

Piove. E la scuola di Corcagnano va sott'acqua

  «Sembrava di stare in laguna», commentano le bidelle. Sono state le prime a scoprire, ieri mattina alle 7.30, che la scuola di Corcagnano era andata sott'acqua.

Un’altra volta. Anche lo scorso anno si erano allagati alcuni uffici. Per evitare che la situazione si ripetesse, il Comune aveva fatto partire i lavori di rifacimento delle coperture, assieme a quelli di ritinteggio delle pareti. Ad agosto, a ridosso della riapertura dell’istituto comprensivo Verdi, gli operai hanno steso una colata di cemento sul tetto. Dovevano ancora sistemare la guaina protettiva, quando, sabato e domenica, a scuola chiusa e lavori fermi, è piovuto. Il tetto, privo di teloni di protezione, si è trasformato in una piscina. E l’acqua è filtrata dentro alla scuola.
 Più precisamente, dentro le elementari. In una sezione diversa, rispetto a quella dello scorso anno. Si è allagato il laboratorio informatico, con 20 postazioni e 20 personal computer, tutti danneggiati, secondo i primi rilievi di ieri. Tre dita d’acqua hanno coperto anche il corridoio, la biblioteca (senza bagnare, per fortuna, i libri), le aule, i bagni del personale tecnico.
Ieri mattina a Corcagnano si è tenuto il primo collegio docenti. Era nell’auditorium, che non è stato toccato dall’acquazzone. Il Comune, allertato dalla scuola, ha inviato i tecnici e le macchine idrovore. Alle 12 c'erano ancora i secchi per terra, perché l’acqua gocciolava dal tetto.
 L’istituto Verdi a Corcagnano comprende una scuola media, una elementare e una materna. Ieri, al piano terra, è scattato il salvavita: veniva giù l’acqua dal lampadario, con il rischio di dispersione elettrica. Nel pomeriggio, poi, è piovuto ancora. Un temporale brevissimo, ma tanto basta per preoccupare insegnanti e bidelli per quello che si ritroveranno oggi.
 Le lezioni inizieranno fra due settimane, il 19 settembre. La scuola, per quella data, deve essere agibile. Per ora il corridoio è pieno di scopettoni e dei computer del laboratorio che sono stati depositati lì, come fossero messi ad asciugare. Il tecnico informatico della scuola proverà a riattivarli, ma solo fra sette giorni. L’anno scorso l’acqua aveva messo fuori uso i computer degli uffici del personale, in un’altra parte dell’edificio di via Langhirano. Erano cinque, ed erano stati ricomprati tutti.