Sei in Archivio

Parma

Al Montanara è nata la prima "nuova parrocchia"

10 ottobre 2011, 18:43

Al Montanara è nata la prima

E' nata  la “nuova parrocchia” delle Sacre Stimmate, Famiglia di Nazareth di via Navetta e Sant'Andrea in Antognano. Ieri mattina alla chiesa della Navetta, il vescovo Enrico Solmi ha presieduto la messa per l’ingresso del nuovo parroco, il 61 enne padre Sergio Tommasi, finora alla guida della parrocchia di via Sbravati, pure nel quartiere Montanara.
 Prende così vita, di fatto, la prima “nuova parrocchia” della periferia cittadina, una comunità che conta oltre 15 mila abitanti e copre quasi tutta la zona sud della città. La nascita di questa mega-parrocchia è funzionale alla graduale attuazione del nuovo assetto diocesano, che prevede la creazione di nuove comunità formate da più parrocchie, chiamate a fare rete tra loro e guidate da un unico sacerdote «moderatore». Padre Sergio Tommasi non guiderà questo “gigante” da solo, ma potrà contare sull'aiuto degli altri stimmatini padre Marcello Pantano e fratel Vito Valentini. Nei prossimi giorni inoltre, dovrebbe arrivare un nuovo sacerdote dalla Costa d’Avorio, padre Emè, che si metterà a disposizione della nuova parrocchia.
 Al momento invece, non sono previsti particolari cambiamenti nella parrocchia di Sant'Andrea in Antognano, che entra a far parte di questa nuova realtà. Don Adelmo Monica, 87 anni, lascia così la parrocchia della Famiglia di Nazareth dopo quasi 38 anni ma, come ha annunciato il vescovo, «rimarrà nella canonica come ospite gradito della parrocchia». La lettura della bolla di nomina da parte del vicario episcopale, don Matteo Visioli, è stata accompagnata da un lungo applauso dei numerosi fedeli presenti, e dall’abbraccio tra il vescovo e padre Tommasi. Prima della benedizione finale, il nuovo parroco ha salutato i propri fedeli. «Vi dico eccomi , perché è questo lo stile della vocazione cristiana - ha affermato - Il mio desiderio è quello di camminare con voi per crescere assieme e sentire al nostro fianco la presenza del Signore. Sono contento di vedere voi tutti, vi considero fratelli e sorelle». Durante l’omelia monsignor Solmi ha ringraziato i due sacerdoti e la congregazione degli Stimmatini per la disponibilità dimostrata, illustrando le peculiarità e finalità delle “nuove parrocchie”. «Viviamo un momento bello e unico della nostra storia - ha sottolineato - La parrocchia della Navetta ha un nuovo parroco ed entra a far parte di una “famiglia” che comprenderà le Sacre Stimmate e Sant'Andrea in Antognano. Queste parrocchie resteranno tali nella loro identità, ma avranno una vita comune. Saranno guidate da un parroco moderatore, ma anche dalla comunità». La scelta di creare le “nuove parrocchie” non è dettata solo dalla crisi delle vocazioni sacerdotali, ma è anche un invito alle singole comunità «ad essere in comunione - ha proseguito monsignor Solmi - a volersi bene come in una famiglia. Questo percorso serve per percorrere la strada verso il regno dei cieli».

© RIPRODUZIONE RISERVATA