Sei in Archivio

Quartieri-Frazioni

Cimitero di Marore - Stop ai lavori: gli alberi sono salvi

16 dicembre 2011, 21:56

Cimitero di Marore - Stop ai lavori: gli alberi sono salvi

Sono salvi gli alberi di Marore, nove conifere di alto fusto e una tuia che l’intervento di Ade per la risistemazione dell’area verde del cimitero avrebbe dovuto sacrificare.
Ieri infatti il Commissario governativo, a cui nei giorni scorsi si era appellato l’ex consigliere comunale Giorgio Pagliari, ha fatto sapere di aver dato, a seguito di un sopralluogo, le immediate direttive per il blocco dei lavori contestati.
Per l’ex capogruppo del Pd, l’intervento di Ade sarebbe stato «una spesa assolutamente «inopportuna, soprattutto considerato lo stato delle finanze del sistema del Comune». Osservazioni che, a quanto pare, hanno convinto il Commissario.
Soddisfatti Pagliari e Marco Ablondi: «La decisione assume un significato emblematico: lo stop ai progetti inutili, alle spese non necessarie e alla gestione irresponsabile del denaro pubblico. Speriamo che questa scelta chiuda davvero un’epoca e risparmi a Parma future esperienze di governo lontane dalle esigenze vere, incapaci di individuare e perseguire l’interesse generale e viziate da logiche clientelari e di mala gestione. Parma ha bisogno di amministrazioni di segno opposto, che sappiano individuare, in autonomia ed indipendenza, le opere realmente necessarie per la crescita della città».
Sulla situazione di Marore si era espressa  anche Paola Zilli, che aveva sottolineato la contrarietà sua e dell’Idv ad un progetto «ad altissimo impatto ambientale e ad un costo esorbitante»; un intervento che avrebbe rappresentato «l’esatta continuità della politica della giunta Vignali: costruire, costruire e ancora costruire. Una politica e scellerata che non ha fatto altro che creare debito e cantieri fermi per tutta Parma».

© RIPRODUZIONE RISERVATA