Sei in Archivio

Provincia-Emilia

Fidenza: Cantini, ancora nessuna decisione

25 febbraio 2012, 21:25

Fidenza: Cantini, ancora nessuna decisione

Gianluigi Negri  

«Per quanto concerne gli aspetti politici della vicenda, sono in corso le valutazioni del caso, il cui esito sarà reso noto quanto prima». Così parlava il sindaco Mario Cantini, in un suo breve intervento pubblicato martedì dalla «Gazzetta», dopo che, 72 ore prima, l’assessore allo Sport Giuseppe Comerci lo aveva pesantemente attaccato, annunciando l’intenzione di querelarlo.
 Comerci vorrebbe chiedere i danni al primo cittadino, il quale, un mese prima, aveva puntato il dito contro il suo assessore per quello che sarebbe stato un suo uso non istituzionale della tessera gratuita per accedere alla piscina e al centro benessere.
A una settimana dalla pesante e inaspettata reazione di Comerci, l’esponente del Pdl è ancora ufficialmente assessore del Comune di Fidenza. E questo nonostante nell’aria ci fosse la sua revoca fin dal momento di quella uscita, che, di fatto, ha «bruciato» il compromesso raggiunto, un paio di giorni prima, tra il sindaco ed il Pdl per venire a capo della crisi di Giunta che da settimane tiene banco. Crisi che ha già visto uscire di scena l’assessore Callegari, con la revoca delle deleghe dopo i suoi pubblici attacchi a Cantini. Ora il sindaco sarebbe in attesa di una presa di posizione del Pdl nei confronti del proprio iscritto Giuseppe Comerci, o della proposta di un sostituto, prima di revocarlo come assessore. E per evidenti ragioni di comunicazione, nel momento in cui dovesse decidere di rimuovere Comerci, in una situazione così critica, il primo cittadino punterebbe con tutta probabilità a presentare contestualmente il suo sostituto. Al destino della Giunta fidentina, però, è legato quello della Giunta salsese (e viceversa). E questo crea ulteriori tensioni e rallentamenti nelle decisioni. Come cambieranno i rapporti tra la Lega e il Pdl, a Fidenza, dopo quello che sta avvenendo a Salsomaggiore? Ma prima ancora: chi segnalerà il Pdl per sostituire il quasi ex assessore Comerci? L’identikit più scontato porterebbe a pensare che il subentrante debba essere dell’area di An (il partito al quale apparteneva Comerci prima della nascita del Pdl), che debba essere di Fidenza (già la Lega ha «mandato» da Parma l’assessore Fulvia Bacchi Modena), che debba essere vicino alle figure di Massimo Moine (e dell’ex coordinatore del Pdl Luigi Giuseppe Villani) e della coordinatrice locale del Pdl Francesca Gambarini. Ultimo ma non meno importante requisito: che debba avere un minimo di esperienza politico-amministrativa.
In una situazione così delicata per la Giunta Cantini, non molti politici navigati sarebbero, comunque, disposti a mettersi in gioco. E intanto, mentre dallo scorso 8 febbraio non c’è più l’assessore alla Cultura, alle Politiche scolastiche e giovanili ed al Turismo, da diverse settimane l’assessore allo Sport (in aperta rottura con Cantini, ma ancora al proprio posto) ha disertato tutte le ultime riunioni di Giunta.