Sei in Archivio

Provincia-Emilia

Da dj a sacerdote: Roberto si racconta

24 aprile 2012, 19:59

Da dj a sacerdote: Roberto si racconta

Da deejay a viceparroco. Don Roberto Fiscer, sacerdote della parrocchia di Nostra Signora Assunta di Sestri Ponente, sarà a Fidenza per parlare della sua esperienza con i giovani questa sera  alle 21.30, al Centro Giovanile Don Bosco.

L’iniziativa si svolge nell’ambito del torneo di calcio a 5 «24 ore delle Terre Verdiane», promosso da Progetto Link, nell’ambito dei Progetti OratorInsieme e Officine SMS, con il contributo del Comune, della Provincia, di Fondazione Cariparma e del Centro Sportivo Italiano. Nato nel settembre del 1976 e ordinato nel giugno del 2006, don Roberto è salito agli onori della cronaca per essere riuscito a conciliare la passione per la musica, ricordo di quando faceva l’animatore sulle navi da crociera, con il sacerdozio, in particolare con l’attività pastorale e l’impegno con i giovani e i ragazzi. Nel 2007 don Roberto diede vita all’iniziativa delle messe sulla spiaggia e dei «Vangelini», bambini e ragazzi che annunciavano il Vangelo ai propri coetanei lungo l’arenile. Nell’estate del 2010, inoltre, ha creato la prima discoteca cristiana della diocesi aperta ai bambini e alle famiglie. Nel maggio dello scorso anno, infine, ha pubblicato il singolo «Replay non ne ha», un inno alla vita cantato con i giocatori del Genoa. Don Roberto animerà la serata con la sua band nell’intervallo della manifestazione di calcetto  organizzata da Progetto Link. La «24 ore delle Terre Verdiane» e la testimonianza di don Roberto Fiscer sono l’antipasto del calendario, che sarà presentato nelle prossime settimane, per il decennale di fondazione dell’associazione con sede al Centro Don Bosco.