Sei in Archivio

Economia

"Spizzicando" fra i padiglioni: gli sportivi "conquistano" la Fiera

09 maggio 2012, 21:44

a cura di Pietro Razzini

DERBY ANTICIPATO Simpatico sketch a sfondo calcistico nel pomeriggio del terzo giorno a Cibus. Giancarlo Marocchi, bandiera del Bologna che fu, e Roberto Donadoni, attuale allenatore del Parma, si sono incrociati all’interno del padiglione numero 5. L’incontro è avvenuto a poche ore di distanza dal derby emiliano-romagnolo che si giocherà domenica alle 18, allo stadio Tardini: “Sarà sicuramente una grande partita”, ha esordito l’ex juventino. “Attenzione che lui tifa contro”, è intervenuto il presidente Tommaso Ghirardi, attento a non lasciarsi trarre in inganno dal sorriso compiaciuto di Marocchi. Risata generale. Poi spazio alla sincerità nei confronti di Donadoni: “Complimenti innanzitutto a chi ti a scelto e subito dopo a te per il grande lavoro svolto”.
DAI PALETTI ALLA PALA “Il nuovo Ghedina? Non ce n’è soltanto uno: attualmente tanti discesisti italiani sono veloci con gli sci ai piedi. Il vero problema è mantenersi ad alti livelli”. Kristian Ghedina, atleta di punta per tanti anni della valanga azzurra, centra in poche parole il grande problema degli sport invernali tinti d’azzurro. Una questione che, ora, non è più affar suo: “Io sono tornato alle origini: ora produco grissini, continuando la tradizione dei miei nonni panettieri”.
AGGIUNGI UN POSTO A TAVOLA Cuori rossoneri che si consolano per lo scudetto perso durante il grande evento alimentare delle Fiere di Parma: Alessandro Melli (la cui anima è totalmente parmigiana ma ha “il Diavolo” nel suo passato), Daniele Massaro e Roberto Donadoni insieme a un unico tavolo, raccontando aneddoti di un calcio che non c’è più e riportando alla mente flash che fanno parte della storia milanista. Al tris di fuoriclasse si è unito anche il numero uno crociato che sta dimostrando di essere un campione nella scelta dei collaboratori: la premiata ditta Ghirardi-Leonardi-Preiti, ora come ora, è infatti tra le più apprezzate del calcio italiano.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA