Sei in Archivio

Provincia-Emilia

Fornovo - Itsos Gadda, legame sempre più stretto tra scuola e imprese

25 maggio 2012, 20:08

Fornovo - Itsos Gadda, legame sempre più stretto tra scuola e imprese

FORNOVO - Dallara, Cedacri e ADue entrano nel comitato tecnico scientifico dell’Istituto superiore «Gadda» di Fornovo. Al Gadda si stringe così ulteriormente il già intenso legame con il territorio, e in particolare con il mondo produttivo. L’ingresso delle tre aziende parmensi nel Cts (con compiti di consulenza programmatica, monitoraggio e orientamento) avrà ricadute che si prevedono positive per la scuola e in primis per gli studenti.
«La sinergia tra scuola e territorio, e tra scuola e aziende, è fondamentale. E vedere aziende che si mettono in gioco per la scuola, e un istituto che si apre così favorevolmente a ciò che il territorio può dargli, è davvero incoraggiante», ha detto ieri in piazza della Pace il vicepresidente della Provincia Pier Luigi Ferrari.
«Vogliamo tentare una integrazione tra scuola, imprese e territorio. Per noi è una grande sfida, una sfida che crediamo possa dare tanto a noi e alle aziende stesse e che verrà “riempita” dalle persone che sono qui. Anche da loro, e dalle loro idee e intuizioni, il cts troverà forza», ha aggiunto la dirigente del Gadda Margherita Rabaglia.
Con l’apporto di queste importanti realtà, leader nei settori delle vetture da competizione, dei servizi informatici per le banche e dell’impiantistica alimentare, il Cts consente alla scuola di realizzarsi come sistema in continuo scambio tra interno ed esterno, e di potenziare il curricolo in chiave orientativa.
In sostanza la più stretta collaborazione scuola-impresa consentirà di contribuire a colmare il differenziale tra competenze attese dalle imprese e competenze riscontrate nei neodiplomati; ottimizzare il collegamento fra scuola e mondo del lavoro (aggiornamento docenti, «reclutamento» neodiplomati, potenziamento attività laboratoriali, consulenze reciproche); creare un’efficace sinergia tra il contesto formativo scolastico e quello aziendale (opportunità per le imprese e per i loro dipendenti, per i docenti, per gli studenti, per lo sviluppo economico e sociale del territorio).
«Operiamo sullo stesso territorio, ma spesso tra scuola e aziende manca una conoscenza diretta e reciproca: lavoreremo per questo, insieme, con ricadute positive per entrambi», ha detto il titolare di ADue Simone Squeri, mentre il responsabile delle risorse umane di Dallara Filippo Di Gregorio ha sottolineato «l’interesse di un’azienda come Dallara ad essere sul territorio, un territorio dal quale abbiamo avuto tanto e al quale vogliamo restituire tanto. Il futuro – ha detto ai ragazzi del Gadda presenti all’incontro - è nelle vostre mani. Cercate di dimostrare di avere fame, di avere voglia di fare».
«La cosa fondamentale è l’entusiasmo, la motivazione, la capacità di mettersi in discussione. Noi cerchiamo persone che abbiano una buona capacità di innovare e che siano in grado di offrire un contributo importante alle aziende. E con questa iniziativa – ha detto ai ragazzi il responsabile delle risorse umane di Cedacri Francesco Mucci - vogliamo farvi respirare l’aria dell’azienda».
Pieno sostegno dall’Ufficio scolastico provinciale, che con Adriano Monica ha espresso «apprezzamento per questa iniziativa. La formazione è quello che ci indirizza verso il nostro futuro, è quello che ci fa crescere, e quindi non può essere scollegata dal territorio e da chi ci vive e opera».