Sei in Archivio

Provincia-Emilia

Fidenza, si aprono i giochi con “Frazioni senza frontiere”

15 giugno 2012, 15:31

Fidenza, si aprono i giochi con “Frazioni senza frontiere”

 COMUNICATO

Chi si aggiudicherà l’ambito trofeo di “Frazioni senza frontiere”? Lo scopriremo il 29 e il 30 giugno, quando al Campo sportivo “Craviari” le frazioni fidentine si sfideranno in una serie di divertentissime gare, ispirate al famoso programma “Giochi senza frontiere”.

«L’idea è nata dalle frazioni e l’amministrazione comunale ha deciso di realizzarla. C’è grande attesa per questa divertente sfida, pensata per unire le persone in una due giorni di svago. Ci siamo ispirati al famoso programma “Giochi senza frontiere” e abbiamo aperto la manifestazione a tutti. A gareggiare infatti saranno bambini, adulti, uomini e donne», ha spiegato stamani il consigliere comunale incaricato alle Frazioni, Vittorio Cavalli, nel corso della conferenza stampa di presentazione dell’evento.
«Mi piace il coinvolgimento continuo e costante delle frazioni, che è uno dei punti del mandato di questa Amministrazione. E’ un’occasione per riscoprire i giochi della tradizione e creare momenti di socializzazione. In questo modo vogliamo favorire i rapporti umani, che nella società contemporanea tendono ad affievolirsi. Vogliamo che Fidenza cresca, ma mantenga inalterato il suo spirito e le sue tradizioni», ha detto il sindaco Mario Cantini.
I giochi si svolgeranno al Campo sportivo “Craviari” e alla piscina “Guatelli”. A scendere in campo saranno le frazioni: Castione - Bastelli, Cogolonchio – Monfestone – Siccomonte, Parola, Pieve Cusignano, Santa Margherita. Presentatore sarà Nino Secchi, mentre il giudice di gara sarà Tommaso Lombardi.
I giochi nei quali le squadre si sfideranno venerdì 29 giugno sono: tiro alla fune, corsa con i sacchi, corsa con l’uovo nel cucchiaino, trasferire l’acqua da un recipiente a un altro con il passaggio di una spugna attraverso una catena umana, calcio con scopa, pallavolo con gavettoni, mangiare spaghetti con le mani legate dietro la schiena, lancio dell’uovo crudo.
Sabato 30 giugno le prove da superare saranno: pescare palle colorate dalla piscina, trasportare gavettoni, raccogliere frutta con la bocca da una bacinella con mani legate e occhi bendati, corsa a tre gambe, trasferire acqua da un recipiente a un altro trasportando un secchio d’acqua sulla testa, portare una pallina dopo dieci giri intorno a un bastone; si disputeranno poi le finali di tiro alla fune, calcio con scopa e pallavolo con gavettoni.
«E’ un’iniziativa aggregante, che coinvolge anche le famiglie. Si tratta di discipline non ufficiali, ma tradizionali, che è un piacere riscoprire: possiamo dire di essere di fronte a un evento sportivo con una grande valenza culturale», ha detto l’assessore allo sport, Giuseppe Pantano.
Il supporto tecnico alla manifestazione sarà dato da Fidenza Sport. «Siamo felici di partecipare a questo evento. Nei giorni della manifestazione la piscina rimarrà aperta al pubblico, con chiusura anticipata alle ore 19.00. Per quanto riguarda il solarium, la zona ombrelloni rimarrà aperta regolarmente, mentre la zona calcio e green volley sarà chiusa al pubblico dalle 12.00 di venerdì 29 a tutto sabato 30 giugno. Riaprirà regolarmente domenica 1 luglio», ha spiegato Massimo Zanardi, consigliere di Fidenza Sport.
L’ingresso alla manifestazione sarà ad offerta. L’incasso sarà devoluto a favore dei territori emiliani colpiti dal sisma.