Sei in Archivio

Parma

Eletti senato accademico e nuovo cda dell'Università

11 novembre 2012, 00:20

Eletti senato accademico e nuovo cda dell'Università

Enrico Gotti

 
Docenti e dipendenti dell’università di Parma, giovedì, sono andati a votare per eleggere i propri rappresentanti, in consiglio di amministrazione e in senato accademico. Ieri sono stati pubblicati i risultati delle elezioni, sul sito internet dell’ateneo.
 
Le procedure di nomina
Per nominare i nuovi senatori è bastato contare chi aveva ottenuto più voti. Per eleggere i componenti del consiglio di amministrazione serve invece un passaggio successivo. I candidati dovranno essere scelti dal senato accademico, che terrà conto non solo del numero delle preferenze che hanno ottenuto l’8 novembre, ma anche della divisione per aree, per fasce e per genere (quote rosa). Una procedura complessa che sembra uscita dall’Ucas, l’Ufficio Complicazioni Affari Semplici, che in Italia è sempre particolarmente attivo. In realtà il meccanismo è previsto dallo statuto d’ateneo, che il ministero ha fatto riscrivere (inizialmente contava solo il numero dei voti), per adeguarlo alla legge Gelmini di riordino dell’università. 
 
I risultati del senato 
Questi i risultati delle elezioni. Nel senato accademico sono stati eletti sei docenti: due di prima fascia, Arturo Calzona (62 voti) e Franco Bernini (57); due di seconda fascia, Antonio Bonetti (119 voti) e Stefano Sforza (59); due ricercatori, Armando Vannucci (87 voti) e Francesco Sansone (83). Sono stati eletti in senato tre rappresentanti del personale tecnico amministrativo: Alessandra Moruzzi (137 voti), Angelo Furini (93) e Simona Ferrari (84). Si aggiungono ai 18 direttori di dipartimento, in attesa che si completi il quadro in senato con i 5 rappresentanti degli studenti che saranno eletti il 12 e 13 novembre. 
 
Il nuovo Cda
Il nuovo consiglio di amministrazione, l’organo con più potere e responsabilità d’ateneo, ha 10 componenti, compreso il rettore. Ne fanno parte 4 docenti, 2 studenti, 1 tecnico e 2 esterni. Nelle elezioni che si sono appena svolte, il dipendente tecnico con più preferenze è stato Riccardo Marini (217 voti), il docente più votato dai colleghi è stata Laura Romanò, ricercatrice, con 216 voti, seguita da Salvatore Puliatti (125 voti), Gian Luigi De’ Angelis (89) e Luciano Maria Giuseppe Munari (69). Come già accennato, anche se sono i candidati più votati non è detto che risultino eletti, per saperlo bisognerà aspettare la prossima riunione del senato accademico, entro fine novembre. 
 
Personale tecnico
Alla chiusura delle urne, due giorni fa, sono stati infine eletti i rappresentanti del consiglio del personale tecnico amministrativo, questi i loro nomi: Sonja Delmaestro, Katia Tondelli, Andrea Comelli, Gianna Goverti, Sonya Lanfranchi, Antonella Fusari, Salvatore Incarnato, Umberto Lospennato, Claudia Cavatorta, Mario Ghillani, Federica Bottazzi, Riccardo Marini, Luca Pelosi, Andrea Pellegrini, Elena Bocchi, Marina Cassano, Silvia Catellani, Nadia Corradi, Gabriella Ferraro e Giovanni Mingardi.