Sei in Archivio

Provincia-Emilia

Rapina in gioielleria a Reggio: il "vigile elettronico" e i Ris di Parma aiuteranno le indagini

17 dicembre 2012, 14:57

Potrebbe arrivare presto la svolta nelle indagini che i carabinieri di Reggio Emilia stanno conducendo per identificare i malviventi che sabato sera hanno rapinato l’oreficeria Bebi della centralissima Piazza Gioberti. Un forte aiuto potrebbe infatti arrivare dal "vigile elettronico": oltre ad esaminare i filmati del sistema di video sorveglianza della gioielleria, i militari stanno passando al setaccio anche le immagini registrate ai varchi presidiati dall’occhio digitale. Le immagini che ritraggono il malvivente entrato in oreficeria saranno a breve trasmesse al Ris di Parma per le dovute comparazioni antropometriche, per trovare anche in sede scientifica le risposte alla soluzione del caso.
La rapina è avvenuta sabato scorso, poco dopo le 18, quando un uomo è sceso da un'auto guidata da un complice ed è entrato in gioielleria chiedendo di poter vedere una catena d’oro. Una volta messo sopra il banco il rotolo contenente una trentina di catene quello che sino a poco prima sembrava un cliente si è trasformato in rapinatore che, sferrato un pugno al volto dell’orefice, ha rubato il rotolo per poi guadagnare l’uscita e balzare a bordo della Y10 colore blu guidata dal complice.