Sei in Archivio

Provincia-Emilia

Fidenza - "Imu e Irpef invariate nel 2013 e la Tares al minimo di legge"

02 marzo 2013, 23:05

Fidenza -

Annarita Cacciamani

Il bilancio di previsione 2013 dovrebbe essere portato in Consiglio comunale il 27 marzo prossimo ma, intanto, sono emerse le prime «anticipazioni» sul documento di programmazione finanziaria del Comune di Fidenza. Secondo quanto illustrato dal vicesindaco e assessore al Bilancio Stefano Tanzi nel corso dell’incontro fra la giunta e i cittadini, il bilancio nei prossimi giorni sarà inviato ai consiglieri comunali, che dovranno votarlo, e sarà presentato ai fidentini in un incontro ad hoc.
«Il primo dato di cui bisogna tener conto è l’ulteriore diminuzione delle risorse disponibili di 800 mila euro, di cui 500 mila di minori trasferimenti statali e altri 300 mila da accantonare per legge. L’obiettivo è quello di mantenere quantità e qualità dei servizi e lasciare inalterate le tariffe» ha spiegato. Quindi, se queste «linee guida» saranno confermate, le aliquote Imu dovrebbero essere le stesse del 2012, ossia 0,4% per la prima casa, 0,15% per i fabbricati rurali, 0,91% per le seconde case e gli altri immobili, 0,60% per le abitazioni affittate a canone concordato e 1,06% per quelle sfitte. Per quanto riguarda l’Irpef comunale, se verrà confermata l’aliquota del 2012, sarà lo 0,8% con la soglia di esenzione a 15mila euro. Per quanto riguarda, invece, la Tares, la nuova tassa che sostituirà Tarsu e Tia, Tanzi ha spiegato che «l’obiettivo è applicare il minimo di legge ma l’impressione che si ha è che, non per volontà nostra ma del legislatore, questa nuova tassa sarà un po’ più «pesante» della vecchia Tarsu». 
«La situazione è difficile e bisognerà risparmiare dove è possibile - ha aggiunto il vicesindaco -. Incrementeremo il pacchetto anticrisi e, per la prima volta, saranno previsti aiuti per le imprese».
Quest’anno, per la prima volta dopo diversi anni, il bilancio di previsione annuale non è stato approvato in dicembre e la votazione in Consiglio comunale è slittata ai primi mesi di quest’anno. 
Oltre a Tanzi, erano presenti all’incontro di giovedì anche il sindaco Mario Cantini, il dirigente Alberto Gilioli e l’assessore alla Comunicazione Daniele Aiello.