Sei in Archivio

Provincia-Emilia

Il caso di Florentina Nitescu - I molti dubbi dell'amica Cristina

03 marzo 2013, 18:44

Il caso di Florentina Nitescu - I molti dubbi dell'amica Cristina

Non si convincono di una sparizione nel nulla le donne vicine a Florentina Nitescu. Oltre alla sorella Valentina, anche l’amica Cristina, residente a Piacenza, ha sempre ritenuto molto improbabile che Florentina abbia deciso di far perdere le proprie tracce senza farsi più sentire e senza cercare in alcun modo di avere informazioni sul suo bimbo che solo pochi giorni fa ha festeggiato il secondo compleanno.
«Florentina - aveva dichiarato Cristina in un’intervista al giornalista Giuseppe La Venia del programma di Rai 1, “La vita in diretta” - non si sarebbe mai allontanata da casa senza il figlio. Non l’avrebbe mai fatto per sua volontà».
Nulla di strano Cristina aveva anche raccontato di aver sentito telefonicamente Florentina il giorno prima della sua scomparsa e che, dal colloquio, non era emerso nulla di strano se non la gioia dell’amica per aver acquistato con il compagno Paolo a Parma tanti vestitini per il figlio grazie ai saldi.
L’unico testimone degli ultimi spostamenti di Florentina ad Albareto è quindi il compagno Paolo Devincenzi, mai indagato per la vicenda. L’uomo ha ripetuto decine di volte la sua versione dei fatti. Ha raccontato di quella lite scoppiata per motivi di gelosia di Florentina nei suoi confronti e di come poi Florentina sia uscita di casa intorno alle tre della notte tra il 25 e il 26 gennaio portando con sé i documenti, tra cui il passaporto che non è stato trovato dagli inquirenti durante le perquisizioni in casa, la borsetta e un’altra borsina da viaggio dentro cui potrebbe aver messo un cambio o due. Ricordiamo che Paolo Devincenzi aveva denunciato la scomparsa di Florentina, non nuova ad allontanamenti, dopo cinque giorni rendendo vano l’utilizzo delle immagini delle telecamere di sicurezza del paese che si cancellano ad intervalli di tempo più brevi dei cinque giorni trascorsi.