Sei in Archivio

Salute-Fitness

Pillola del giorno dopo: 355 richieste

04 marzo 2013, 16:25

Pillola del giorno dopo: 355 richieste

Beppe Facchini
Trecentocinquantacinque richieste in provincia di Parma durante tutto il 2012. E nell’88 per cento dei casi si è trattato di donne di nazionalità italiana.

Sono questi i dati registrati dall’Azienda Ausl riguardo l’utilizzo della cosiddetta pillola del giorno dopo, contraccettivo definito «d’emergenza» e venduto in farmacia solo dietro prescrizione medica, in seguito ad un rapporto sessuale non protetto o comunque col rischio di una gravidanza indesiderata.
«Però bisogna innanzitutto precisare che questi dati si riferiscono solo all’utenza delle nostre strutture» ha sottolineato la dottoressa Paola Salvini, direttrice dello Spazio Giovani di via Melloni e responsabile del programma «Salute Donna» dell’Ausl.
La pillola del giorno dopo, infatti, può essere prescritta anche dal medico di base o da un ginecologo privato, «quindi è praticamente impossibile calcolare il numero esatto delle richieste che sono effettuate in tutto il territorio parmense».........................Articolo completo sulla Gazzetta di Parma in edicola