Sei in Archivio

Parma

La festa della donna dura un mese: libri, spettacoli, mostre

05 marzo 2013, 06:04

La festa della donna dura un mese: libri, spettacoli, mostre

Margherita Portelli
Non è solo un giorno di festa. E nemmeno un isolato mese fitto di appuntamenti. L’otto marzo che la Provincia di Parma si appresta a celebrare è un piccolo, grande forziere di occasioni.
«La festa della donna è uno scrigno da aprire per raccontare al mondo quel che le donne sono in grado di fare». Con queste parole l’assessore provinciale  alle Pari opportunità Marcella Saccani  ha illustrato, ieri mattina, gli appuntamenti della rassegna «Marzo con gli occhi di donna», che l’ente di piazza della Pace organizza insieme a tante altre realtà associative del territorio.
Al suo fianco, alcune protagoniste degli eventi in cartellone, fra cui la prima cittadina di Zibello Manuela   Amadei, la presidente dello Zonta  Club Claudia  Rabajotti, la presidente del Centro Antiviolenza  Samuela  Frigeri, Maria Grazia  Bolognesi  di «Proboscidea», e la consigliera provinciale di parità Aldina  Bocchi.
«L’otto marzo ci serve per alzare la voce, e per raccontare davvero le donne  -  ha continuato la Saccani -. In questa serie di incontri, spettacoli ed eventi, abbiamo fatto sintesi di molte intelligenze e talenti per una lettura profonda della soggettività femminile».
Uno degli appuntamenti principali del programma è il premio «Pierangela Venturini», il riconoscimento intitolato all’avvocata scomparsa nel 2007 e pensato per valorizzare l’opera di donne altrettanto «forti».  La quarta edizione del premio si terrà l’8 marzo nella sede della Provincia in piazza della Pace (ore 10,30).
Il primo incontro in calendario, invece, è la presentazione del libro curato da Manuela  Amadei e Rosalba  Scaglioni «Come pietre lungo il fiume»; la storia di Zibello viene raccontata attraverso le emozioni, i sentimenti e i ricordi delle persone del paese.  L’appuntamento è oggi, alle 17, in sala Savani (Provincia di Parma).
Oltre al Premio Venturini, l'8 marzo (dalle 8.45 alle 16.30), nell’aula Congressi del Maggiore, si terrà il convegno «La medicina delle differenze: un percorso fra i generi e le culture» promosso dai Comitati unici di garanzia di Azienda Usl e Azienda ospedaliera universitaria di Parma. Tanti altri, poi, gli appuntamenti in cartellone, fra città e provincia, pronti a colorare di rosa questo «Marzo con gli occhi di donna».  

© RIPRODUZIONE RISERVATA