Sei in Archivio

Provincia-Emilia

Monte Ardone: la discarica è sotto controllo

05 marzo 2013, 20:25

FORNOVO
Donatella Canali
Si è recentemente riunito l’Osservatorio della discarica di Monte Ardone di Fornovo per tracciare un bilancio relativo agli anni 2011-2012: convocata dal presidente dell’Osservatorio, nonché assessore all’Ambiente, Carlo Oppici, la riunione ha visto la presenza di tutti i rappresentanti degli enti coinvolti, mentre erano assenti la maggior parte dei rappresentanti della minoranza. A relazionare sull’attività della discarica è stato il gestore della stessa Luca Crepaldi che ha innanzitutto evidenziato come la produzione del 2012 sia stata inferiore a quella del 2011 a causa della diminuzione della produzione industriale su tutto il territorio nazionale: il materiale stoccato nella discarica ammonta attualmente a 187 mila tonnellate e restano quindi 113 mila tonnellate che la ditta Palladio conta di collocare nei prossimi due anni giungendo così alla saturazione della discarica.
Il gestore ha evidenziato come sia diminuita la produzione di percolato, in quanto il peso del materiale sovrastante ha già spremuto completamente quello sottostante e come il nuovo rifiuto sia costituito essenzialmente da materiale inerte poco poroso e poco assorbente e non pericoloso. I controlli, che regolarmente vengono effettuati sui rifiuti, hanno portato nel 2012 a respingere un carico che non rispettava i limiti previsti dal gestore della discarica anche se non superava quelli previsti dalla legge. Crepaldi ha sottolineato che quest'azione è una chiara dimostrazione del fatto che nella discarica vengono accettati rifiuti solo se i controlli e le verifiche non mettono in evidenza particolari anomalie.
«Finora la discarica sta funzionando in modo corretto e non si sono riscontrate irregolarità - ha commentato l’assessore all’Ambiente, Carlo Oppici -, spiace constatare che, parte della minoranza consiliare sempre pronta a presentare interpellanze sulla discarica, non fosse presente, e precisa che comunque il regolamento prevede che l’osservatorio possa essere convocato da uno qualsiasi dei componenti. Oltre al controllo del materiale conferito, il monitoraggio costante sotto il profilo geologico non ha fatto riscontrare problemi di stabilità: il geologo, incaricato dal Comune al controllo dell’impianto, ha evidenziato che la strada di accesso alla discarica è in buone condizioni e viene percorsa senza problemi dall’utenza e ciò sicuramente grazie ai lavori di messa in sicurezza della viabilità attuati negli ultimi anni».
Oltre alla risoluzione delle problematiche di accesso all’impianto, Oppici ha sottolineato come l'Osservatorio ambientale, voluto dall’Amministrazione e istituito nel 2010, sia un organo di controllo importante per la tranquillità dei cittadini.