Sei in Archivio

Parma

Stato-mafia: il gup sospende il procedimento per Provenzano. E il boss torna in carcere

05 marzo 2013, 12:10

Stato-mafia: il gup sospende il procedimento per Provenzano. E il boss torna in carcere

PALERMO – Il gup di Palermo Piergiorgio Morosini, che celebra l’udienza preliminare sulla trattativa Stato-mafia, ha sospeso il procedimento a carico del boss Bernardo Provenzano per «momentanea incapacità» dell’imputato. La decisione non comporta lo stop definitivo del procedimento che è stato rinviato al 16 aprile, data in cui potrebbe essere disposta una nuova perizia sulla capacità mentale del capomafia.

Già nelle scorse settimane il giudice, sulla base della valutazione di due periti che avevano messo in dubbio la capacità di Provenzano di partecipare al processo, aveva stralciato la sua posizione da quella degli altri imputati per i quali l’udienza preliminare nel frattempo è proseguita e si concludera» giovedi» prossimo. Alla luce di accertamenti tecnici, che parlano di un peggioramento delle condizioni del boss, – l'ultima perizia è stata depositata ieri - il gup ha stabilito la nuova sospensione

Il boss di nuovo in carcere (Ansa) - Bernardo Provenzano è stato trasferito dal reparto detentivo ospedaliero, in cui si trovava, ed è tornato nel carcere di Parma, che è stato ritenuto una struttura adeguata alla situazione di salute in cui si trova il boss. Lo si apprende da fonti qualificate.