Sei in Archivio

Provincia-Emilia

Cozzano, il giallo della scomparsa del 43enne cagliaritano

06 marzo 2013, 09:46

Cozzano, il giallo della scomparsa del 43enne cagliaritano

La casa è bruciata, e dell’inquilino nessuna traccia. A fare i conti col senno di poi, Pasqualino Soi, cagliaritano di 43 anni residente a Cozzano, in realtà non aveva più dato sue notizie già da qualche giorno prima del rogo, ma è stato in quell'occasione che i familiari e i carabinieri hanno appurato la sua effettiva scomparsa. E hanno ritrovato la lettera, ambigua, in cui l'uomo parla di volersi allontanare.  Difficile capire da quelle parole cosa gli sia successo. E difficile provare a ricostruire i suoi movimenti: il cellulare è staccato, mezzo metro di neve ha coperto in quei giorni la zona e reso impossibile attivare le unità cinofile, e in più l'uomo non possedeva  l'auto. Tramonta così anche la speranza di poter ritrovare un segno del suo passaggio, individuare un luogo da cui partire nelle ricerche. Ricerche che peraltro continuano, ovviamente. Così come è in corso la perizia dei vigili del fuoco sulla case devastata dalle fiamme: c'è da capire se l'incendio sia doloso o meno.

Pasqualino Soi viveva solo, era un operaio ma disoccupato da un paio d'anni. A Cozzano risiede una sorella, a Langhirano un fratello, mentre altri familiari sono sparsi nel Parmense. La speranza di familiari e amici è che l'uomo abbia voluto "solo" chiudere col passato e rifarsi una vita altrove.

Altri particolari sulla Gazzetta di Parma in edicola