Sei in Archivio

Parma

Le pensioni? Spesso si pagano solamente a rate

06 marzo 2013, 09:43

Le pensioni? Spesso si pagano solamente a rate

Chiara Pozzati

Poste: quando la pensione viene «razionata» e per ritirarla occorrono almeno tre giorni. Succede più o meno così: l’anziano di turno si avvicina al vetro di cristallo (c’è solo in alcuni uffici) e chiede gentilmente di ritirare per intero la somma dovuta. A quel punto, si spalancano diversi scenari. Il primo: lui non ha aperto il libretto in quell’ufficio, ma altrove e quindi gli viene dilazionata la pensione.
Sostanzialmente può portarsi a casa 200, 300 euro circa alla volta, ma la precedenza rimane per i «clienti» fissi (che hanno aperto il libretto di risparmio in quella sede).
Secondo caso: può anche capitare che il cosiddetto fondo dedicato alle pensioni – i soldi in giacenza negli uffici, tanto per intenderci – finiscano prima dell’orario di chiusura, con buona pace di anziani e congiunti a cui tocca tornare nei giorni successivi. Se invece i contanti stanno per finire, si opta per una «comunione» forzata (e siamo al terzo inquietante scenario). Anche in questo caso si chiede ai pensionati di accontentarsi di una somma minima, per «spalmare» su tutti i (pochi) contanti a disposizione. Dimenticando che, nella maggior parte dei casi, l’urgenza degli anziani è più che giustificata. «Si parla di sopravvivenza – sbotta una signora intercettata di fronte alle Poste di via Montebello – già la pensione è quel che è. Poi ce la centellinano pure  agli sportelli.  Ma che Paese è questo?». .. ..L'articolo completo e le informazioni utili a tema sulla Gazzetta di Parma in edicola

© RIPRODUZIONE RISERVATA