Sei in Archivio

Sport

Lucarelli: "Contro il Torino vietato sbagliare"

07 marzo 2013, 20:27

Lucarelli:

Ieri il capitano del Parma Alessandro Lucarelli è intervenuto a un incontro organizzato da Forum Solidarietà assieme al milanista Marco Amelia. Al termine Lucarelli ha affrontato anche temi di stringente attualità come la sfida di domenica al Tardini: «Col Torino sarà un'altra partita importante che però arriva in un momento abbastanza delicato per noi sotto il profilo dei risultati. Sappiamo che è un appuntamento da non sbagliare e speriamo di portare a casa i tre punti perché a livello mentale la vittoria comincia a mancare. Dovremo cercare di fare di tutto per ottenerla migliorando quelle lacune che ultimamente si sono viste».
E in effetti, bontà sua, qualche lacuna è emersa. Le disattenzioni della difesa e l'abulia dell'attacco le ha ben stigmatizzate lo stesso Donadoni nella conferenza di martedì. Guarda caso però i tifosi che hanno risposto al sondaggio sulle cause della crisi crociata lanciato sul sito www.gazzettadiparma.it hannopuntato il dito prima di tutto sul centrocampo. Già, perché non è che siano gli attaccanti ad avere l'esclusiva del gol e in tante occasioni ci possono provare e riuscire anche giocatori che si inseriscono da dietro. Nel Parma hanno già segnato quasi tutti, tant'è che quella crociata resta una delle più numerose «cooperative del gol». Il fatto è che parecchie imprese sono rimaste uniche, irripetute. E allora ecco che se chi gioca in attacco si mette lodevolmente in mostra per la generosità con cui aiuta la fase difensiva, a loro volta i centrocampisti potrebbero sentirsi liberi di tentare qualche sortita. Parolo ad esempio dispone di un ottimo tiro ed è valido nel gioco aereo. Marchionni per larga parte della carriera ha fatto l'attaccante esterno, così come Valdes. Insomma, è vero che Biabiany fa disperare nella sua idiosincrasia verso il gol, che Belfodil per motivi vari si è eclissato e che Amauri si vede a intermittenza (non sempre per colpa sua). Però è anche vero che dai centrocampisti, specie quando, come a Marassi, il reparto è di cinque elementi, ci si aspetta qualcosa  di più in attacco.
Intanto il cartellino rimediato a Marassi è costato la diffida a Valdes. Per lui alla prossima ammonizione scattera un turno di squalifica. E la situazione disciplinare è abbastanza  preoccupante in casa-Parma. Oltre al cileno infatti sono diffidati Galloppa, e in questo caso purtroppo per ora non c'è da temere,   Paletta, Gobbi, Parolo, Sansone e  Coda. Ecco allora che quell'attenzione e concentrazione che Donadoni vorrebbe veder crescere dovrà servire anche a evitare ammonizioni inutili che rischiano di «limare» la rosa in un periodo in cui già è limitata dagli infortuni. p.gr.