Sei in Archivio

Parma

Un tour all'aria aperta alla scoperta di Londra

07 marzo 2013, 20:37

Un tour all'aria aperta alla scoperta di Londra

Laura Ugolotti

E’in edicola da domani, con la Gazzetta, il secondo volume De Agostini «The sounds of London», la Londra raccontata dai londinesi: un nuovo modo, efficace e divertente, per conoscere meglio la capitale britannica e, allo stesso tempo, arricchire la conoscenza della lingua inglese.Un viaggio, in compagnia di Daniel Richards, attraverso le strade di Londra, immersi nel caos e nella vitalità della «City», dialogando con i londinesi.
«Ho chiesto ad alcuni esperti di Londra di indicarmi i luoghi che avrebbero consigliato ai loro amici e poi ci sono andato, armato di microfono, per registrare la mia esperienza e restituirla a voi, perché possiate farvi un’idea di come sono, migliorando allo stesso tempo il vostro inglese e dandovi qualche spunto sui luoghi da visitare nel caso vogliate recarvi a Londra».
Ogni guida, composta da un piccolo volume e un cd audio, vi aiuterà ad allenare l’ascolto e la comprensione: «Immergersi in una lingua - spiega l’autore -, esporsi alla conversazione, magari mettendosi alla prova con livelli più avanzati, è fondamentale. Camminando per Londra ho parlato con i veri londinesi, quelli che di solito non facilitano la comprensione; ascoltare i dialoghi che ne sono scaturiti aiuta a conoscere l’inglese parlato, di oggi. Le regole e la dizione vanno bene, ma poi, per imparare davvero una lingua, bisogna scendere in strada».
E Richards consiglia anche quale strada. Dopo che nel primo volume si era dedicato ai luoghi tipici del cibo, questa volta ci guida alla scoperta del «Touring open-air London», il tour di Londra all’aria aperta.
«A chi non ha mai visitato la città consiglio un giro sui double decker, i famosi bus a due piani. Sono un buon modo per vedere i luoghi più importanti. Le guide parlano un londinese abbastanza stretto, quindi meglio munirsi di mappe, per riconoscere i luoghi».
Consigliato anche il «duck», un mezzo anfibio, che unisce al percorso su strada la navigazione lungo il Tamigi e permette di osservare dal fiume buona parte della città. Fuori dalle mete turistiche tradizionali, Richards consiglia poi due luoghi, imperdibili soprattutto per le famiglie con bambini: «Il primo è The Royal Observatory, l’Osservatorio reale, a Greenwich: al planetario ci sono tante attività interessanti, istruttive e spettacoli in 3D molto divertenti».
«Il secondo - aggiunge - è Kew Garden, probabilmente il più grade orto botanico del mondo. Per trascorrere da qualche ora a un’intera giornata immersi nella natura, lontani dal caos della City». Il secondo volume di «The sounds of London» è in edicola con la Gazzetta di Parma a partire da domani, venerdì 8 marzo, a soli 4,80 euro più il prezzo del quotidiano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA