Sei in Archivio

Parma

"Spot Money", indagine chiusa. Savi e Benecchi risponderanno di concussione

08 marzo 2013, 17:13

"Spot Money", indagine al capolinea. La vicenda degli appalti pilotati - tra cui quello per il Wcc - che nel novembre 2011 aveva fatto finire in manette gli ex dirigenti di Stt Ivano Savi e Stefania Benecchi (poi rimessi in libertà) chiude il suo primo capitolo. Il pm Paola Dal Monte ha confermato che l'accusa nei confronti dei due è quella di concussione: ben più grave di quella ipotizzata inizialmente, ossia la corruzione. In altri termini, i due ex dirigenti di Stt avrebbero «costretto» i due imprenditori del verde coinvolti nella vicenda (un parmigiano e un milanese) a pagare per entrare negli 'appalti "incriminati".  Savi e Benecchi non hanno chiesto il patteggiamento, e nei prossimi giorni saranno interrogati.

Colleghi di lavoro - Savi era direttore tecnico della holding comunale, la Benecchi dirigente amministrativa -, i due convivono da alcuni anni.