Sei in Archivio

Sport

F1, si riaccendono i motori. Tutti contro Vettel, la Ferrari è già da Podio

10 marzo 2013, 12:55

F1, si riaccendono i motori. Tutti contro Vettel, la Ferrari è già da Podio

Vincenzo Piegari

Tutti contro la Red Bull e Sebastian Vettel. Ad una settimana dal primo semaforo verde della stagione all’Albert Park di Melbourne, il leitmotiv nel mondo della Formula 1 è sempre lo stesso: come spezzare il dominio della scuderia 'da berè che da tre anni vince sia il titolo piloti che quello costruttori. Primo team a porsi l’obiettivo di rompere l’incantesimo creato dal genio di Adrian Newey sarà, come vuole il suo stesso DNA, la Ferrari, che in Australia è convinta di poter salire già sul podio. Una Rossa rinvigorita dal buon andamento dei test invernali capaci di consegnare a Fernando Alonso e Felipe Massa «una vettura di un altro pianeta rispetto a quella del 2012».
Rincorsa al Mondiale che vedrà tra i protagonisti al via dal Gran Premio di Australia non solo la scuderia di Maranello, ma anche altri top team come la McLaren di Jenson Button e la Lotus di Kimi Raikkonen. In salita dopo i buoni tempi sfoderati nelle prove a Montmelò, circuito vicino a Barcellona, anche le quotazioni della Mercedes che, salutato il divin Michael Schumacher, ha affidato le sue ambizioni di grandezza all’esuberante Lewis Hamilton. Lotta tra big che a giudicare da quanto visto nelle tre sessioni di test dovrebbe scattare in Australia all’insegna dell’equilibrio e premiare chi riesce a utilizzare meglio le gomme e a sviluppare nel migliore dei modi gli scarichi delle rispettive monoposto. Uno stato di fatto che fa ben sperare gli uomini della Ferrari a cominciare da Alonso che l’anno scorso ha visto sfumare per la seconda volta il sogno di vincere il suo primo titolo con il Cavallino. Quest’anno il pilota spagnolo vuole centrare finalmente l’obiettivo e assicura che la base di partenza per farlo è più che incoraggiante. E già a Melbourne la Rossa secondo il pilota di Oviedo è da podio: «Sono un pilota migliore, ma anche la macchina è migliorata rispetto allo scorso anno, quando arrivammo quarti. Perciò questa volta credo che possiamo salire sul podio. Rispetto al Gran premio d’Australia del 2012 – ha assicurato l'asturiano – abbiamo una F138 che è infinitamente migliore della macchina a mia disposizione un anno fa. Siamo più veloci».
Grande fiducia per l’avvio della stagione anche da parte del responsabile della gestione sportiva Stefano Domenicali: «La nuova organizzazione aziendale, il metodo di lavoro, la modifica degli strumenti utilizzati per impostare il lavoro sulla F138, la coerenza dei risultati rispetto ai nostri obiettivi sembra dirci finalmente che siamo sulla strada corretta. Facendo dunque un’analisi puramente incentrata su noi stessi, a meno che qualcun’altro abbia fatto un lavoro straordinario, sono convinto che la Ferrari riuscirà a giocarsela fino alla fine e un podio in Australia sarebbe una buona base di partenza su cui costruire i successi di cui abbiamo bisogno».

TUTTI I CIRCUITI:  DA AUSTRALIA A BRASILE, I GP SCENDONO A 19

Gran Premio di New York ancora no e Gp di Valencia non più. Scendono da 20 a 19 le gare di Formula 1 per la stagione 2013 che prenderà il via il prossimo 17 marzo dall’Albert Park di Melbourne in Australia. Si correrà senza problemi il Gp del Bahrain, l’anno scorso a lungo in forse a causa delle sommosse popolari all’interno del paese del Golfo Persico, mentre il Gran Premio di Germania partirà dal circuito del Nurburgring.
- AUSTRALIA (Albert Park, Melbourne), 17 marzo. Lunghezza circuito: 5.303 km; giri da disputare 58, per un totale di 307.574 chilometri. Vincitore 2012: Jenson Button (McLaren).
- MALAYSIA (Sepang), 24 marzo. Lunghezza circuito: 5.543 km; giri da disputare 56, per un totale di 310.408 chilometri. Vincitore 2012: Fernando Alonso (Ferrari).
- CINA (Shanghai), 14 aprile. Lunghezza circuito: 5.451 km; giri da disputare 56, per un totale di 305.066 km. Vincitore 2012: Nico Rosberg (Mercedes).
- BAHRAIN (Sakhir), 21 aprile. Lunghezza circuito: 5.412 km; giri da disputare 57, per un totale di 308.238 km. Vincitore 2012: Sebastian Vettel.
- SPAGNA (Montmelò-Barcellona), 12 maggio. Lunghezza circuito: 4.655 km; giri da disputare 66, per un totale di 307.104 km. Vincitore 2012: Pastor Maldonado (Williams).
- MONACO (Montecarlo), 26 maggio. Lunghezza circuito: 3.340 km; giri da disputare 78, per un totale di 260.520 km. Vincitore 2012: Mark Webber (Red Bull).
- CANADA (Montreal), 9 giugno. Lunghezza circuito: 4.361 km; giri da disputare 70, per un totale di 305.270 km. Vincitore 2012: Lewis Hamilton (McLaren).
- GRAN BRETAGNA (Silverstone), 30 giugno. Lunghezza circuito: 5.891 km; giri da disputare 52, per un totale di 306.198 km. Vincitore 2012: Mark Webber (Red Bull).
- GERMANIA (Nurburgring), 7 luglio. Lunghezza circuito: 5.148 km; giri da disputare 60, per un totale di 308.623 km. Vincitore 2011: Lewis Hamilton (McLaren). Nel 2012 il Gp si è disputato sul circuito di Hockenheim.
- UNGHERIA (Hungaroring, Budapest), 28 luglio. Lunghezza circuito: 4.381 km; giri da disputare 70, per un totale di 306.630 km. Vincitore 2012: Lewis Hamilton (McLaren).
- BELGIO (Spa-Francorchamps), 25 agosto. Lunghezza circuito: 7.004 km; giri da disputare 44, per un totale di 308.052 km. Vincitore 2012: Jenson Button (McLaren).
- ITALIA (Monza), 8 settembre. Lunghezza circuito: 5.793 km; giri da disputare 53, per un totale di 306,720 km. Vincitore 2012: Lewis Hamilton (McLaren).
- SINGAPORE, 22 settembre. Lunghezza circuito: 5.073 km; giri da disputare 61, per un totale di 309,316 km. Vincitore 2012: Sebastian Vettel (Red Bull).
- COREA (Yeongam), 6 ottobre. Lunghezza circuito: 5.615 km; giri da disputare 55, per un totale di 308,630 km. Vincitore 2012: Sebastian Vettel (Red Bull).
- GIAPPONE (Suzuka), 13 ottobre. Lunghezza circuito: 5.807 km; giri da disputare 53, per un totale di 307,471 km. Vincitore 2012: Sebastian Vettel (Red Bull).
- INDIA (Greater Noida, New Delhi), 27 ottobre. Lunghezza circuito: 5.125 Km; giri da disputare 60, per un totale di 307.249 km. Vincitore 2012: Sebastian Vettel (Red Bull).
- ABU DHABI (Yas Marina, Abu Dhabi), 3 novembre. Lunghezza circuito: 5.554 km; 55 giri, per un totale di 305,355 km. Vincitore 2012: Kimi Raikkonen (Lotus).
- STATI UNITI (Austin, Texas), 17 novembre. Lunghezza circuito: 5.513 km; 56 giri, per un totale di 308,405 km. Vincitore 2012: Lewis Hamilton (McLaren).
- BRASILE (Interlagos, San Paolo), 24 novembre. Lunghezza circuito: 4.309 km; giri da disputare 71, per un totale di 305.909 km. Vincitore 2012: Jenson Button (McLaren).