Sei in Archivio

Sport

Leonardi: "Reazione nata dall'amore per questa maglia"

10 marzo 2013, 20:17

Leonardi:

 "Mi sono infortunato per esultare", scherza  l'amministratore delegato del Parma Pietro Leonardi, che fa i  complimenti alla squadra per la prestazione odierna:  "Indipendentemente dagli ultimi 15 minuti abbiamo dimostrato di  tenere sempre il campo. Poi siamo andati in svantaggio  ingiustamente, a mio avviso il gol era irregolare, ma poi la  squadra ha reagito con grande amore, grande cuore e un grande  trascinatore come Amauri. Ma il merito è di tutti: ero sicuro che  quando ci sarebbe stato da tirar fuori... il cuore... diciamo  così... i ragazzi l’avrebbero fatto. I fatti mi hanno dato  ragione". Per il dirigente i cambi "non sono assolutamente stati  una bocciatura. Valdes era un pò acciaccato, Biabiany ha stretto  i denti e a fine primo tempo sarebbe probabilmente uscito comunque  per problemi alla caviglia. Li ringrazio perchè come gli altri  hanno lottato. Ora non dobbiamo cantar vittoria. Abbiamo  conquistato tre punti pesantissimi e dato una soddisfazione per la  nostra gente, abbiamo tenuto a debita distanza la zona  retrocessione ed è ciò che più importa. Il Parma è stato  costruito per questo. Il campionato è equilibrato, questa gara lo  dimostra una volta di più. Nonostante l’irregolarità del gol, se  il Torino avesse vinto nessuno avrebbe avuto nulla da dire. Per il  resto voglio elogiare tutti i nostri ragazzi, anche chi è entrato  dalla panchina, per il grande apporto dato e lo spirito con cui  sono entrati". 
Per Leonardi "è chiaro che quando si vivono certi momenti la  positività dal punto di vista psicologico può venire meno e si  possono anche perdere tutte le gare...ora la positività mentale  va conservata. A inizio stagione avevo detto che l’obiettivo del  Parma nell’anno del centenario era la permanenza in serie A, siamo  a buon punto, ora dobbiamo solo proseguire per completare la  missione".