Sei in Archivio

Salute-Fitness

Sos pelle dei bambini: malattie triplicate per inquinamento

10 marzo 2013, 17:37

Sos pelle dei bambini: malattie triplicate per inquinamento

Le malattie della pelle dei bambini, in primis la dermatite atopica, sono triplicate negli ultimi vent'anni, soprattutto a causa dell’inquinamento e colpiscono ormai, il 43% dei piccoli europei sotto i cinque anni. L’allarme è lanciato dai pediatri della Fimp (Federazione italiana medici pediatri), che per prevenire i rischi legati all’alimentazione hanno messo a punto grazie alla Scuola U-tre (Uno-tre anni) della federazione un test specifico, 'NutricheQ', appositamente studiato sulla dieta del bambino tra 1 e 3 anni.

Per la dermatite atopica, che causa tra i disturbi maggiori prurito, eczemi, secchezza diffusa, ma anche punti neri e brufoli, specie nelle zone a maggior rischio di dermatite quali le mani e il viso (più esposti) o le gambe e le ginocchia (maggiormente soggette allo sfregamento degli indumenti), non esistono di fatto terapie risolutive, anche perchè è di origine costituzionale e genetica, che la rende particolarmente sensibile a fattori ambientali come l’inquinamento (è più diffusa infatti nelle aree industrializzate), ma anche le condizioni ambientali e i problemi nutrizionali. Per rilevare questi ultimi la Fimp ha studiato il test, un questionario per i genitori che aiuta il pediatra ad individuare chi va più supportato nella gestione della nutrizione del bambino.

© RIPRODUZIONE RISERVATA