Sei in Archivio

Provincia-Emilia

Pedemontana Sociale, un aiuto per gli esodati

11 marzo 2013, 06:21

 Gian Carlo Zanacca

L’azienda consortile Pedemontana Sociale,  che si occupa dei servizi alla persona anziani, minori, adulti e disabili per i Comuni dell’Unione pedemontana – Collecchio, Sala Baganza, Felino, Traversetolo e Montechiarugolo – ha inserito nel bilancio di previsione 2013 alcune misure volte a sostenere gli esodati, quei lavoratori che a tutt'oggi si trovano senza uno stipendio e senza la possibilità di usufruire della pensione. 
A porre il problema all’attenzione dell’Amministrazione era stato nei giorni scorsi Walter Civetta, il consigliere del gruppo di minoranza «Liberi e uniti per Collecchio», che aveva più volte affrontato l'argomento.
 L’assessore agli affari sociali del Comune, Marco Boselli, nell’illustrare il documento contabile dell’azienda in consiglio comunale, ha spiegato che l’azienda ha approntato un «progetto speciale esodati» che prevede la formulazione di un bando specifico con la possibilità di accedere da parte degli interessati ad un prestito senza interessi. 
Il bilancio della società è stato approvato nel corso dell’ultima seduta del consiglio comunale con i voti favorevoli della maggiorana. Il consigliere del gruppo di minoranza di «Per Collecchio solidale» Gian Luca Belletti è uscito dall’aula, contrario il gruppo di minoranza di «Liberi e uniti per Collecchio». 
I gruppi di minoranza hanno chiesto che il prossimo anno il documento contabile della società, «per motivi di trasparenza», venga discusso nella commissione bilancio del Comune. 
Il documento contabile dell’azienda consortile prevede entrate pari a 7.344.322 euro. Di questi, 5.455.071 euro derivano dai trasferimenti dei Comuni consorziati. 
Collecchio contribuisce per 1.780.000 euro, Felino per 715.735, Montechiarugolo per 1.208.336, Sala Baganza per 630.000, Traversetolo per 1.121.000. I ricavi sono pari a 1.889.250. 
Per l’assistenza disabili Collecchio spenderà nel 2013 la cifra di 219.500 euro, fra i costi maggiori di questo ambito 49 mila euro per i centri semi residenziali per disabili e 50 mila euro per l’inserimento coop lavoro di Collecchio. 
Per l’assistenza minori, i costi ammontano a 415.441, di cui una parte importante, 256.000 euro, viene impegnata per l’assistenza scolastica ai minori e 65 mila per il pagamento delle rette agli istituti dove si trovano minori di Collecchio. 
Per l’assistenza anziani, i costi sono di 610.905 euro, di cui 100 mila euro per le rette delle case di riposo di Collecchio, 290 mila per il servizio di assistenza domiciliare e 58 mila per i pasti legati al servizio di assistenza domiciliare. 
Il taxi sociale assorbe 116 mila euro, le spese generali 92 mila euro, per un totale di 1.577.518 euro a cui si aggiungono 772 mila euro di spese di personale. Il totale generale dei costi è pari a 2.349.692.