Sei in Archivio

Provincia-Emilia

Sacerdote reggiano ucciso 23 anni fa: si indaga sulla canonica

12 marzo 2013, 21:28

La polizia di Reggio Emilia ha concentrato su alcune persone le indagini sull'omicidio di don Amos Barigazzi, il sacerdote che fu ucciso con un colpo di fucile a canne mozze il 17 ottobre 1990 a Montericco di Albinea, sulle colline reggiane, un caso rimasto irrisolto da quasi 23 anni. La Squadra mobile diretta da Domenico De Iesu è convinta che la risoluzione del giallo si trovi nelle canonica di Montericco e, in particolare, fra le persone che la frequentavano nel 1990.

Si tratta di una svolta nelle indagini che fin dall’inizio si erano concentrate sull'attività di don Amos nell’Ospedale psichiatrico giudiziario, dove il sacerdote operava. Si era ipotizzato che il sacerdote fosse venuto a conoscenza di qualche segreto e per questo fosse stato ucciso. Una pista sbagliata secondo le nuove indagini.
Venerdì scorso la Squadra mobile di Reggio e la polizia scientifica di Roma hanno effettuato un sopralluogo sul luogo del delitto, e hanno sparato quattro colpi di fucile nel garage della canonica dove avvenne materialmente l’omicidio per fare misurazioni necessarie per ricostruire la scena del delitto.